Luttazzi, yawn

Pare che la notizia del periodo non sia che gli operai italiani, nell’anno di grazia 2007, bruciano come torce perche’ lavoravano in condizioni da Terzo Mondo per aziende che non passerebbero il test di Voight-Kampff (vedi Stampa cartacea di oggi) non degnandosi neppure di mandare un telegramma.
No, la notizia del giorno e’ che hanno silurato di nuovo Luttazzi.
Mi sia concesso un dubbio malizioso: il programma e’ talmente noioso e brutto da far sospettare che sia un modo per far si che la gente ne parli. Che sia solo perche’ ha fatto una battuta su Ferrara mi sembra dubbio considerato tutto quanto si e’ visto.
Ed il problema e’ che non faceva ridere, proprio per nulla.
Non venite a contarla di goliardia e palle varie: la goliardia fa ridere, Ifigonia in Culide fa ridere. Luttazzi no, e’ tragicamente noioso, ripetitivo, brutto.
Ed e’ di nuovo un martire della liberta’ e la cosa che piu’ scazza e’ che abbiamo un martire della liberta’ di parola che fa cagare, per rimanere sui suoi discorsi preferiti.
Ho presente Letterman a cui dicono si ispiri ma, onestamente, a me pare ispirarsi di piu’ al suo pisello o alle sue funzioni intestinali.
Il punto a cui si torna sempre in queste situazioni e’: dove finisce la liberta’ espressiva ?
Questa mi pare una situazione all’italiana in cui non e’ stato punito il concetto quanto il modo in cui e’ stato espresso. Null’altro.
Sempre che di punizione si tratti e non di gioco di marketing.
E la cosa che piu’ mi irrita e’ che il martire mi stia cosi’ solennemente sulle palle per cui, per principio, dico che se La7 nn voleva casini, non lo prendeva. Come spettatore, non piango piu’ di tanto perche’, ribadisco, il programma fa proprio cagare.

Pubblicato il 9 dicembre, 2007, in Italica, Politica, Realta' con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 9 commenti.

  1. Luttazzi mi è sempre piaciuto, anche per la sua brutalità nelle battute. Sono d’accordo con quello che dici, che se la7 non voleva casini, non doveva semplicemente assumerlo. Come se non sapessero che genere di spettacoli faccia Luttazzi… Ma una volta che l’hai assunto, te lo tieni fino in fondo, altrimenti ci fai proprio la figura dell’ipocrita e del cretino. La prima perché assumendotelo hai voluto darti il tono della televisione libera, che non ha paura di assumere qualcuno che si sa non ha problemi a sputare veleno a destra e a manca, finendo poi per comportarti invece come tutte le altre reti delle quali volevi mostrarti superiore. La seconda perché, appunto, se metti sotto contratto qualcuno, lo fai ben sapendo il tipo di spettacolo che ti porta: se ora te ne sorprendi, vuol dire che assumi più per l’immagine che porta il gesto di prendersi questo personaggio che non per quanto il personaggio possa offrire.
    Ci sono cose più importanti di Luttazzi sbattuto fuori da la7? Certamente, ma a me sono girate le palle per questa cosa e di questa parlo e penso di poterlo fare senza dovermi sentire obbligato ad elencare tutte le altre disgrazie del mondo più importanti di essa.
    Che l’abbiano buttato fuori per la battuta in cui compariva Ferrara (che non era SU Ferrara: la figura di Ferrara compariva solo come oggetto nell’economia della battuta, ma poteva benissimo essere sostituita da qualcun altro), non ci crede nessuno. Al massimo, la si può considerare come un alibi per un idea che già c’era.

  2. @masque: Non mi riferivo a nessuno in particolare, mi limitavo a notare che, a fronte di 35-40 fonti che parlano di Luttazzi, ve ne siano al massimo 2 che parlano di cosa e’ successo. Poi sara’ che per me e’ qualcosa successo a 3 km da casa ma il raffronto tra il problema X e quello Y mi pare agghicciante.
    Che ognuno poi scriva di cosa vuole mi pare sottinteso.
    Lato mio posso dire che, parlando di me, e’ molto piu’ semplice esprimere un’opionione su Luttazzi che sulla strage della Thyssen

  3. E’ ufficiale. E’ nato il partito dei comici italiani (nuovo PdCI, con Diliberto e Rizzo testimonial). Resta da confermare l’adesione del grillo guru e di celentano con la c minuscola.

  4. Grillo lo rifiuto, per il suo proporsi come profeta, perché parla spessissimo a sproposito di argomenti che non conosce e perché, nell’ipocrisia di continuare a farsi chiamare “comico”, organizza delle vere e proprie associazioni ed iniziative politiche che i fan seguono e promuovono per fede, senza nemmeno chiedersi se sia il caso di pensare con la propria testa, prima.
    Ritengo che Luttazzi sia si una categoria completamente diversa e decisamente più anarchico.

  5. Da modesta articolista di satira politica con la mia brava QUERELA (vinta, ovviamente!) alle spalle, concordo pienamente con te.
    Ma certo che è satira e come tale sancita dalla Costituzione.
    Ma certo che è MEDIOCRISSIMA. “Cacca-pippi” fanno ridere se sei all’asilo.
    Dal signor Luttazzi, che sicuramente per la sua satira riceve lauti compensi e che ha a disposizione un pubblico di tutto riguardo, è giusto pretendere qualcosina di più.

  6. Io non concordo nè con il post ne con le risposte.
    Luttazzi può aver detto quello che vuole. Può aver fatto ridere o no. C’è da dire che se è riuscito a fare un pubblico di quasi 3 milioni di persone a quell’ora, ogni settimana, vuol dire che ha creato dell’interesse.
    Il suo modo di fare satira POLITICA infatti a me interessa e piace. Del suo spettacolo sono opinabili tante altre scenette o modi di esprimersi, ma la sua è una voce che mancava e che per un pò rimancherà.
    Dicevi della libertà d’espressione…Fin quando ci saranno non-giornalisti in TV o figure del tipo Bruno Vespa ed Emilio Fede, la presenza di persone come Luttazzi sarà più che gradita, così per ricordarci qual’è il mondo reale.
    Per i commenti successivi al tuo post…beh…Grillo riempe i palazzetti, i teatri, il suo Blog è fra i più seguiti al mondo…anche lì può piacere o no…ma la sua influenza è senza dubbio inconfutabile. Ed è vero si definisce un comico, ma un comico è anche un uomo, che si è accorto che le cose che diceva facevano più star male che ridere; la sua forma d’espressione diventa allora una risata su vari problemi diventa satira. Ce n’è diversi tipi. Quella di Luttazzi è più fredda e grottesca ma ripeto sono voci di cui c’è solo bisogno durante un periodo di informazione PIATTA (o non-informazione) come questo.

  7. Ma se è ripetitivo Luttazzi (e concordo) allora Fo com’è?🙂

  8. Fo è una Vecchia Gloria. Icona Nazionale. Gli vuoi semplicemente bene, come ad un vecchio zio che ai tempi fece qualcosa di assolutamente glorioso, innovativo, intelligente, provocatorio, mai volgare anzi colto, pagato con il confino a vita.
    Non puoi chiedere ad un arzillo signore di 81 anni di innovarsi: mi sembra normale che opti ormai per la testimonianza di se stesso…
    (curiosamente, l’altra sera mi son guardata l’Anomalo Bicefalo…)

  9. l’ho visto in tele e a teatro. molto, ma proprio molto meglio in teatro.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: