Donna e femmina

Essere donna può essere un fatto fisico, sentirsi femmina è un fatto mentale. Come diceva un insegnante di teatro è “il tirar fuori la cocotte che c’è¨ in te”. Cocotte è un termine per indicare un comportamento giocoso, flirtistico, morbido.

La cocotte è la parte di te che gioca, la donna la parte di te che è concava.

Se una si rapporta ad un uomo, si rapporta alla sua parte razionale ed alla sua parte maschile/istintiva. O ci si riconosce sugli opposti o si combina un gran casino.

Sedurre uno non è una questione di reggiseni/giarrettiere, tette alte o cosce sode. E’ quel gioco leggero in cui fai capire all’altro che lo desideri perchè tu *femmina* desideri lui *maschio*. Sedurre e’ percepire l’altro nella sua realtà istintiva e basica. Si seduce di testa, non di tetta alta o di coscia sottile.

E’ portarsi nello spazio mitico dell’immaginario in cui si ripercorre il grande gioco archetipo della femminilita’. Torniamo ad usarla questa parola, torniamo a recuperarla questa cosa: LA FEMMINILITA’. Siate donne e primedonne.

Come diceva la mia insegnante di danza “Muovetevi e vedetevi come delle dee”. E non come degli uomini. Siate orgogliose di essere donne con la D maiuscola.

E la cosa piu’ buffa che imparerete è che molto piu’ high maintenance fare il maschiaccio che fare la femmina. Il che non vuol dire non essere autonome e sapersi cambiare la lampadina o riparare le tapparelle. Vuol solo dire che io so cambiare la lampadina, sono autonoma ma tu maschio sei la parte che mi completa.

Se mi comporto nello stesso modo con un amico e con un tipo che interessa, come arriva al tipo la differenza ? Cosa gli segnalo al secondo, forse che sono interessata a lui? Nada gli segnalo che voglio amicizia.

Sbagliato. Rossella O’Hara è una scassapalle mitica, si tira su le maniche e manda avanti Tara ma, quando vuole Rhett, non si mette a zappare.

Anche questo pezzo l’ho recuperato da quattro anni fa. Ero in un momento di grazia mentale, lo riconosco, piuttosto felice ed allegra. Rileggendomi, mi sono piaciuta, mi sono trovata seducente e mi sono chiesta cosa avesse lasciato il tempo e le esperienze vissute nel frattempo.

Di sicuro ho trovato un bel po’ di botte e schifo in meno, molta meno amarezza e molta più leggerezza. Una sorta di arcadia a cui tornare, in parole povere, lasciando giu’ tutto lo schifo che provo e le due palle che mi stanno venendo per overdose di milanesità e cazzari.

Credo sia il caso di tornare all’arcadia, alla leggerezza e scaricare le overdose di negatività assorbite in questi ultimi anni. D’altronde gli uomini che ho amato avevano non tanto l’aspetto da strafighi ma la capacità di ridere e sorridere perchè è quello riporta all’Arcadia: la leggerezza ed il sorriso.

Pubblicato il 24 febbraio, 2008 su Diaristica, Femminile-maschile. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 8 commenti.

  1. Ma solo io trovo che la parola “cocotte” abbia un suono splendido?

  2. > D’altronde gli uomini che ho amato avevano
    > non tanto l’aspetto da strafighi ma la capacità
    > di ridere e sorridere perchè è quello riporta
    > all’Arcadia: la leggerezza ed il sorriso.

    Ok, perchè TUTTE le donne lo dicono e TUTTE le donne poi sbavano dietro alle montagne di testosterone?

  3. Colossale, una montagna di testosterone fa sempre piacere ma dura poco, il tempo di una trombata di solito. Uno che ti fa ridere dura il tempo di una trombata e tutto un altro pezzo😀
    Almeno questa e’ la mia idea

  4. Sono anni che me lo chiedo: sei vera o sei un bot tipo quella che fa i biscotti in Matrix (la negra, per capirci, ok, non me ne frega un cazzo se non è politicamente corretto)?

    E se è la uno, sei molto, molto, molto ricca, molto, molto, molto bella o molto, molto, molto femminile (cortocircuitando le condizioni abbiamo appurato che comunque non sei la mia ex)?

    …conosci? => http://youtube.com/watch?v=CGkwKHtz0FU

  5. prova prova i post devono essere approvati bla bla non bastava un captcha asdghahsgdauisdghjas

  6. Ok, allora, io mi chiedo da anni se tu sia vera o sia un bot tipo quella che sta chiusa in cucina a fare i biscotti in Matrix mentre tutti si ammazzano di botte, per capirci la negra (sì, lo so che non è politicamente corretto, non me ne sbatte un cazzo).

    Nel primo caso, sei molto, molto, molto bella, molto, molto, molto ricca, molto, molto, molto femminile o cosa (ne desumiamo comunque che non sei la mia ex)?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: