Otto ore di pronto soccorso

Mio cognato è caduto stamattina. Aveva male ad una spalla. Alle 11.30 è andato al pronto soccorso dell’ospedale di Moncalieri.

Alle 17.00 gli han fatto le lastre. Alle 19.57 non sa ancora nulla degli esiti. Qualsiasi essi siano.

Altre persone sono li’ nella stessa situazione, tempo minimo di attesa 2 ore 2.

Siamo sotto Pasqua, ferie ed altri accidenti, direbbe qualcuno. Palle! mia madre, con un occlusione intestinale, dovette aspettare 8 ore prima di essere ricoverata in reparto e si parlava di un giorno normale, non in periodo di ferie. Tra l’altro, ad un certo punto, non si riusciva piu’ a trovarla nè in reparto nè nel pronto soccorso.

Otto ore di attesa per sapere se una persona emiplegica si sia fatta male o sia solo la botta che ha preso.

Otto ore d’attesa e non si sa ancora nulla, otto ore d’attesa tra persone lasciate li’, cerotti per terra, ragnatele sul soffitto.

Al posto di preoccuparsi di Malpensa, Alitalia, cazzabubuli, comunisti e destra, un minimo di programma sulla sanità sarebbe interessante. SAREBBE ma parlare di cose pratiche fa un po’ schifo da queste parti, meglio azzannarsi su Malpensa.

Pubblicato il 22 marzo, 2008, in Diaristica con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: