E questi dove li mandiamo?

Ricapitoliamo: sono arrivati in 20, incappucciati e hanno distrutto un po’ di negozi. La polizia non ha risposto alla chiamata al 113.

La sera prima, per tenersi in allenamento suppongo, avevano pestato un conduttore di Deegay.it

La cosa più inquietante esce però in un commento nel forum di Repubblica: “Li ho visti, li hanno visti tutti. L’isola pedonale del pigneto, complice la bella giornata, era piena di gente. Non è la prima volta. Questo tipo agguati, con le stesse dinamiche, sono già avvenuti. Per favore non chiamateli ignoti, sono del quartiere, la gente sa chi sono, le forze dell’ordine li conoscono. Il quartiere a chi si deve rivolgere?

Sono indecisa è se per questi sia meglio riaprire le miniere del Sulcis o metterli a pavimentare strade. Suppongo che le miniere siano idea migliore, l’alternativa è raccogliere pomodori in campagna trattandoli come vengono trattati gli extracomunitari. Non appena alzano la voce o dicono “ma io sono italiano”, un bel calcio in culo e torna a spaccarti la schiena.

Il secondo punto è: se tutti sanno chi sono, se la polizia sa, io cittadino italico come posso aspettarmi di sentirmi sicura quando di fronte ad un raid simile nessuno si muove, la polizia non risponde e lo squadrismo dilaga ?

Di fronte a questi episodi, mi viene in mente Parma nel 1922. Forse un nuovo Oltretorrente è ancora possibile.

Di una cosa siamo certi, senza andare a cercarle tra quelle importate, abbiamo già in casa una bella coltivazione di teste di cazzo.

Pubblicato il 25 maggio, 2008, in Italica, Politica con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: