Allegria a letto

Stavo leggendo dell’articolo su Elle intitolato “Smettetela di dimagrire” o “arretez de magrir” per fare i franco-faighi.

Mettiamola cosi’: nell’ossessiva ricerca di magrezza, il fatto di piacere o meno ad un uomo c’entra un accidente. Nada de nada de nada. Nulla.

Gli uomini amano le curve, amano le rotondità e amano avere qualcosa sotto mano. Poi ci sono quelli a cui han detto che le ossutissime topo model sono fighe ma si parla di trofeo non di donne.

Chi impazzisce dietro il modello irreale di perfezione disincarnata siamo noi, le donne. Esattamente come le grandi mistiche del medioevo impazziamo dietro l’idea di disincarnarci, di perfezione. Cosa faremmo pur di non accettarci non mi è chiaro ma è molto evidente che non ci piaciamo.

Non ci piace la curva del seno, non ci piace la morbidezza. Amiamo vederci ossute, con due tette fotoniche frutto di chirurgia e il culo alto a la brasiliana. Praticamente vogliamo essere l’incarnazione vivente di una foto ritoccata con photoshop.

Ora credo che gli uomini intelligenti preferiscano divertirsi a letto, pensare di fare qualcosa di divertente non una sessione di esercizio fisico perfetto, non ricevere il pompino tecnicamente perfetto ma un pompino memorabile in cui ci sia qualcosa detta partecipazione.

Vogliono qualcuna con cui andare a cena, bere mangiare e divertirsi. Il resto sono pippe mentali nostre, di noi donne.

E la cosa piu’ difficile non è diventare la proiezione reale di photoshop ma persone memorabili. Il grande complimento non è “Sei una gnocca assurda” ma “Non ti posso dimenticare”. La gnocca assurda verrà sostituita da un’altra gnocca assurda, la donna memorabile no.

Una donna perennemente a dieta non è sensuale, è una palla. E’ una palla andare a cena con una che conta le calorie o “questo o quello no”.

E allora diciamolo: ecchedueppalle e iniziamo ad essere memorabili. Delle dee come diceva la mia insegnante di danza.

Al milanese medio piacciono le ossa ? Echissenefrega, è milanese dentro e accuramente evitabile.

Come diceva saggiamente la mi mamma “La madre degli uomini non è morta” oppure citando un amico gay “Neext”

Pubblicato il 30 giugno, 2008, in Femminile-maschile, Life, Universe and Everything, Riflessioni con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 3 commenti.

  1. Con me sfonbdi porte aperte, è terribile quando la mano resta mezza vuota…

  2. Come sopra, confermo e sottoscrivo in toto.

    Grande (e, pensando al significato intrinseco del tuo post, involontariamente credo di aver scelto l’esclamazione più consona, eh eh eh) !!

    ancora Ciao

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: