In memoria di Valentina

Valentina aveva 29 anni. Fu stuprata 6 anni fa da ragazzi della Milano bene.

Si è uccisa in questi giorni a Torino non riuscendo ad uscire dall’incubo, una vita spezzata per sempre.

In questi giorni le notizie sono dominate dall’assassinio di Federica, morta a Loret de Mar, uccisa per avere detto di no.

Una pletora di benpensanti è al lavoro per dare la colpa a lei che non avrebbe dovuto, secondo loro, andare da sola con uno cosi’.

Come se uno strupratore avesse scritto in faccia “Adesso ti ammazzo”, come se lo stupratore non fosse troppo spesso una persona che appare normale, qualcuno che conosci e non il bruto extracomunitario dipinto dai media.

Valentina non ce l’ha fatta, Federica è morta. Due casi diversi ma uniti dal tema della violenza.

In questi giorni in cui il processo mediatico ad una donna, senza basi e senza prove, diviene un fatto politico.

Pubblicato il 14 luglio, 2008, in Diaristica, Femminile-maschile con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

  1. A:”Una pletora di benpensanti è al lavoro per dare la colpa a lei …”

    benpensanti pure donne: sono appena tornato da un ospedale dove ho sentito la conversazione di due “dame” di una nota associazione di volontariato ospedaliero. “se l’e’ cercata” questa era quanto dicevano, subito dopo una messa in reparto a cui le due avevano partecipato. Benpensanti, questo dicevamo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: