Considerazioni sui blog erotici al femminile

Per ragioni che sfuggono alla mia mente semplice e vadano oltre il “tira più …” questo post è tra i più letti giornalmente.
Fu scritto durante il periodo in cui l’erotic blogger al femminile tirava da pazzi. Non ho idea di quante ce ne siano in giro ma, dando un’occhiata attorno, credo che il tema continui a tirare.
A distanza di quasi due anni non penso che modificherei quanto ho scritto. L’erotismo da rete era e continua ad essere in gran parte esibizionismo, il giocare a fare la femmina-molto-sessuale in tutte le possibili declinazioni. Se dietro i personaggi ci sia o meno la realtà non lo so e neppure m’interessa più di tanto ad essere sincera.

Considerazioni al maschile

Lui dice la sua e non posso che concordare: mediamente i blog erotici femminili sono una palla senza senso non tanto perchè siano noiosi quanto perchè si potrebbero situare in quella categoria che viene detta “ai confini della realtà”.
Mi è rimasto impresso uno dove la signorina raccontava di avere fatto una fellatio (usiamo il termine colto) al suo capo e, dopo, s’aspettava pure l’aumento. Dove stesse l’erotismo in ciò mi sfugge. Onestamente potrei pensare che la situazione abbia un lato eccitante ma ammetto che l’aumento mi parrebbe riportare il tutto nel puro ambito “do ut des” tradotto anche in buon francese come “ti faccio un pompino e tu mi dai l’aumento”.
Il secondo punto è che su questi blog di erotismo al femminile si parla pochissimo perchè il tema principale è il pisello ed i vari modi di farlo rizzare, funzionare e manutenzione e felice risoluzione di un erezione.
Se per disgrazia succede di vedere raccontata una situazione che rientra nella categoria *fantasia erotica femminile” la tizia non ha finito la prima frase che già ha la bocca impegnata o qualcuno impegnato a farle una visita intestinale senza tanti preamboli e senza passare dal via.
L’erotismo, diceva Baudrillard, vuole la mezza luce perchè altrimenti diventa oscenità, la seduzione è altro dal far rizzare il pisello del lettore di passaggio perchè l’erotismo è la situazione, lo sguardo, l’odore e quello non ha nulla a che fare con infilamenti vari o descrizioni tecniche.
L’erotismo sta alla descrizione tecnica come un buon romanzo sta al manuale di istruzioni della lavatrice. Entrambi usano un linguaggio e dei mezzi ma li usano in maniera diversa.
A letto, a meno di finire in un privè, ci si finisce in due dopo sguardi, odori e gesti. Il rapporto inizia prima, quando si è in piedi e quella descrizione è impossibile a meno di essere in grado di ridipingere l’emozione, il desiderio di quel momento.
L’atto imbrigliato in un post da blog è frigido, freddo, meccanico. Non suscita emozioni perchè, dietro quei raccontini tanto ad hoc per l’erection day, non vi è la comunicazione dell’esperienza ma la pura, semplice descrizione di un tecnicismo meccanico. Non lo chiamo nè sesso nè erotismo perchè li considero altro, qualcosa di difficilmente imbrigliabile all’interno della modalità verbale.
L’impressione nche queste signorine non si divertano mai e stiano ripercorrendo dei modelli pre-definiti: Cosmopolitan (i 20 modi per farlo impazzire a letto), la riscrittura becera di Anais Nin, Samantha di Sex & The City o l’immaginario da velina.
Ora piaccia o meno non esistono due rapporti sessuali, sempre che non si abbia una relazione con Ullo il bambolo che trastulla, che siano uguali o meccanici come non esistera’ mai la ricetta per il pompino perfetto. Esisteranno sempre e comunque due persone che stanno vivendo una serie di momenti che sono intrecciati a come stanno loro, come si sentono ed a tutti gli influssi dell’ambiente circostante. Nulla di riproducibile e di facilmente raccontabile.
Tralasciamo il fatto che mai apparirà un qualcosa tipo “oggi mi sono tirata il culo per 10 ore, ho fatto due lavatrici, stirato e dopo sognavo unicamente di andare a dormire con addosso il pigiama pesante”. NO, la vera narratrice da blog ha una voglia che sembra sfidare qualsiasi legge che riguardi il funzionamento del corpo umano e della psiche. Tiriamo una pietosa trapunta sulla questione orgasmo: c’e’ sempre, vigliacca che ci sia la volta in cui hanno la testa altrove o non arriva, e spesso pure multiplo. Da ciò si deduce che il 100% delle sex-blogger ricade in quella minoranza che non ha mai avuto un problema nel settore in vita loro.
L’altro punto è che manca del tutto la chimica del desiderio, quel fatto, pare trascurabile, per cui sei li’ perchè ne hai voglia e quella voglia ce l’ha pure l’altro.
In tutte questa fantastiche descrizioni stile “barzotto è bello” (cito titolo riportato da Repubblica da pornoromantica) manca quello che è un ingrediente un attimino più importante dei buchi e delle sporgenze: il desiderio, la voglia dell’altro. L’odore dell’altro, la sensazione della sua pelle sulla propria mancano.
Tragicamente c’e’ “Inserire l’oggetto A nell’oggetto B ed eseguire” dove per oggetto B possiamo intendere qualsiasi parte cava femminile.
A chiamarla col suo nome una questione noiosissima spacciata per sesso ed erotismo.

Pubblicato il 29 luglio, 2008 su Blogging, Femminile-maschile, Fuffa 2.0. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 13 commenti.

  1. concordo sia con la versione maschile che con quella femminile ;-)in effetti è un mercato che tira, assurdo pensare a conquiste in questo senso e poi che conquista è una conquista per cui non si deve neanche lottare? parole sacrosante quelle che usi per smontare la “perfezione tecnica”: se fosse così facile, fare l’amore sarebbe una noia mortale…

  2. come si dice, can che abbaia non morde …sono noiosi, come sono noiosi quelli in cui la tizia riversa (solo) le sue disgrazie sentimentali …

  3. @pachiderma: la questione della “perfezione tecnica” è quella che mi più mi colpisce nei pezzi che si trovano in giro, newsgroup o blog o giornali che siano, dove si parli di sessualità. Capisco che parlare di un tema che è strettamente legato alla profonda intimità sia difficile ma non ha neppure senso parlare unicamente di tecniche perchè escludono del tutto i sentimenti, le emozioni e l’altro.La tecnica è il far diventare qualcosa di relazionale in senso assoluto in un gesto narcisistico di contemplazione di se stessi, stile “pezzo di bravura”.@shymay: le tizie che piangono in continuazione disgrazie le vedo in un settore diverso: sfigadere, tali sono e tali si sentono.La blogger da sesso si sente pure una gran figa, il che è peggio perchè impedisce di vedere quando di sta cadendo sul banal-ridicolo-demenziale.Il principio è che nella blogosfera ci sta di tutto ma anche che blog simili sono cmq lo specchio di come il sesso sia visto/ridotto oggi.

  4. http://www.3viso.com/sexandthecityposso pubblicare anche qui i vostri pensieri?marco76tv@hotmail.com

  5. Ce ne sono anche parecchi che vanno forte col copiaincolla….

  6. @Oscar: il c+i è sempre d’aiuto🙂 metti che quella sera una abbia mal di testa e debba aggiornare il blog😉

  7. annare’ … hai detto tutto te, che resta a aggiungere ? ah si … son d’accordo con la disamina, l’ipotesi e la tesi😀

  8. Ciao ragazzi….il Blog che parla di provocazioni sessuali,desideri nascosti e tutto cio’ che riguarda la sfera sessuale se scritto da una donna puo’ dare dei risultati davvero sorprendenti.La sessualita’ e’ purtroppo ancora legata agli stereotipi dei film pornografici! Se si e’ spontanei, veri, e a volte molto espliciti si scambia il tutto con pornografia! Insomma quello fuori dal concetto del rapporto sessuale alla “missionaria” e’ Porno! Io mi ribello a questo e quindi ho deciso di scrivere il mio blog narrando la sessualita’ che vivo volendo condividerla con tutti….liberamente, e ho pubblicato non censurandoli anche i commenti piu’ duri perche’ la sessualita’ e’ libertà. Si siamo liberi di giudicare,scegliere,scrivere, agire, perche’ la sessualita’ appartiene troppo al nostro intimo per rientrare in regole dettate dalla societa’ e dalla educazione repressiva a volte avuta.Mi piacera’ scrivere in questo blog e saro’ contenta di leggere i vs. commenti sul mio http://xxxxx.xxxxx.com.
    Mi piace sapere che su google basta cercarmi con le parole “vivimi cosi”. E’ esattamente cio’ che volevo!

  9. @arch Spam per il tuo blog a parte, mi spieghi perchè venire a propaandare un blog erotico sotto un post dove si dice che sono una palla mostruosa ?
    Secondo se la sessualità è un dato intimo, sbatterla in pubblico è un ossimoro

  10. secondo me dovreste masturbarvi di piu…

  11. @kkk Anche tu anonimo spippolatore

  12. be sono stato sul blog “xxxxxxxxxx”
    Devo dire che e’ fatto bene e che non e’ volgare e lo vedo reale!
    insomma non la vedo come una donna che fa spam

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: