Stupidità è …

a) Impazzire a cercare dei libri come descritto qui
b) Uscire di casa ed andare da FNAC dove non ci saranno i libri che avevate identificato
c) Comprare cmq qualcosa
d) Prendere via Accademia delle Scienze
e) Trovarvi davanti ad un posto detto “Museo Egizio” che ha la bizzarra opzione di essere il secondo al mondo e, MERAVIGLIA, ha pure un bookshop (*)
f) Entrare ed in 3 minuti trovare cosa cercavate

Tutto questo per 5 libri delle palle. Amplificate su scala nazionale ed avrete la spiegazione di perchè la questione Alitalia sia passata da un accordo con Air France abbastanza indolore e che la manteneva nel giro delle rotte internazionali ad una situazione che comporta più del doppio degli esuberi, una fuoriscita cataclismatica di quattrini dalle nostre tasche e la riduzione a compagnia sulle rotte della Roma-Albenga.

(*) A mio giustificazione c’e’ da dire che, stante i traumi infantili già narrati, tendo a rimuoverne la presenza tranne nei casi di  “amico-che-viene-da-fuori” o “turista-che-chiede-informazioni”

Pubblicato il 31 luglio, 2008, in Diaristica, Italica, Libri, Life, Universe and Everything, Politica, Realta', Riflessioni con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

  1. http://www.corriere.it/economia/08_luglio_30/alitalia_a8d292ea-5dfc-11dd-9ccd-00144f02aabc.shtml

    Dedicato a tutti i ben pensanti di sinsitra ( e tempo alterno ). 1) il piano Spinetta-Air france stipulato quando il prezzo del petrolio al barile era di 80 dollari sarebbe DIFFICILMENTE rimasto lo stesso con il prezzo del barile salito a 130 dollari! 2) anche ammesso che i Francesi si fossero comportati da buoni samaritani ( ahhaahha ) il prestito ponte sarebbe stato comunque necessario per SOPRAVVIVERE da aprile in poi visto la catastrofica situazione di Alitalia e l’aumento vertiginoso dei prezzi del petrolio ( nessuno l’avrebbe voluta far fallire..neanche il romano Valter, visto soprattutto il quantitativo di impiegati piazzati trasteverini che l’Alitalia si ritrova ) . 3) Anche ammesso che gli esuberi reali di un eventuale piano Air France fossero stati 2100 a fronte dei 5000 di un altrettanto eventuale piano “Fenice”, sinceramente preferisco comunque perdere ( con preponsianmenti e rimescolamenti vari peraltro ) 2900 posti ma mantenere un vettore nazionale ( turismo-voli economici traslati su parigi…)La perdita di indotto e derivati sarebbe stata enormemente maggiore! E di questo avremmo ringraziato il buon parroco di provincia Prodi😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: