Del fare le ferie non in alta stagione.

Quest’anno le mie vacanze sono state a maggio e a luglio. Periodi tranquilli, bel tempo, prezzi più contenuti rispetto al mese d’agosto

Il mio estremo snobismo dovrebbe essere estremamente soddisfatto dall’avere sfuggito il periodo di massima concentrazione di carnazza per aereoporti, città e via elencando. Il mio massicio e smisurato ego dovrebbe trarre la massima soddisfazione dal fatto di essere riuscita a sfuggire al grande rito nazional-polare della vacanza agostana.

Invece non è cosi’.

1) E’ vero le città sono più vivibili, meno caos e blah blah. Peccato che buona parte dei negozi siano chiusi e si rimbecillisca a trovare qualcosa. Qualcuno potrà obiettare che ci sono i grandi mall e compagnia cantante. Niente da fare: lo snob estremo che c’è in me li vede splendidamente come punto di visita turistica ma non riesce a farci la spesa un po’ perchè stanno di solito in capo al mondo, un po’ perchè sono strapieni dei cittadini che rimangono, la maggioranza da quel che ho capito.

2) Al lavoro è chiusura totale. In un delirio di autorizzazioni all’ingresso, passaggi alternativi, mense chiuse e gente che non si trova. Stamattina ero terrorizzata all’idea di perdermi nei sotterranei e avevo visioni inquientanti dove si mischiavano Shining e The Kingdom. Soprattutto mi veniva in mente il secondo e fncl a Von Trier.

3) Mentre voi tornerete dal lavoro incontrerete un sacco di gente che torna dalla piscina. Praticamente la nemesi per aver oziato quando loro lavoravano

4) Ci sarà un sacco di persone che partiranno mentre voi lavorate. Ciò è irritante e non è bello per il proprio ego perchè vi troverete ad assumere l’aria da cocker sbavante di fronte all’idea di ozio/vacanza/riposo. Anche  se siete appena tornati

5) L’unica vostra consolazione è la speranza di poter ripartire a novembre. Quando i piscinati lavoreranno e partenti saranno tornati. TIE’!

Pubblicato il 19 agosto, 2008, in Cazzeggiando, Diaristica, Life, Universe and Everything, Realta' con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 6 commenti.

  1. Potrebbe andare peggio. Dover andare a lavorare ad agosto a Rimini. Con un Ducato stracarico di materiale.
    Fortunatamente quella volta non è piovuto.

  2. Di fatto in Italia agosto rimane un mese di chiusura totale. Alla faccia della vacanza intelligente.

  3. Per quel che riguarda Bolzano, ad Agosto di gente ne rimane parecchia, e sono i più fortunati, almeno per qunto riguarda la spesa di frutta e verdura

  4. 1) E’ vero le città sono più vivibili, meno caos e blah blah. Peccato che buona parte dei negozi siano chiusi e si rimbecillisca a trovare qualcosa.
    —-

    Ma non e’ vero, io trovo tutto, lo sai.😛

    Uriel Mustafa’

  5. @Mike: claro che alla sfiga non c’è limite😀

    @felipe: le vacanze intelligenti non esistono. Esistono le vacanze😀

    @Oscar: sospir sulle occasioni😀 qui con pochi mercati c’era l’iperfolla

    @Uriel: in quel caso si chiama fortuna😛

  6. Il bello di lavorare in Agosto è che ovunque vai (passando da Milano) parti tre quarti d’ora dopo e arrivi mezzora prima.😀

    Lato negativo che ieri ho girato mezza Varese per trovare un bar dove fare colazione.😦

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: