Categorie dello spirito: i consiglianti

La categoria dello spirito “I consiglianti” raccoglie al suo interno altre due categorie: i BenTuoVolenti ed i PostoTuoFacenti.

Ognuna di queste categorie tende ad esprimersi al meglio in presenza di qualcuno che è un pelo nella merda o nei casini o in una situazione poco simpatica e ad impartire gemme di saggezza che farebbero impallidire qualsiasi consesso di filosofi greci.

Si trovano in qualsiasi ambito, nazione e consesso umano. Su queste categorie Berne c’ha scritto un libro e, in termini più seri, definito la cosa come “Giochi di Potere”.

Andiamo per ordine e vediamo un pochino:

I BenTuoVolenti:
Grado di irritazione che suscitano: +++
Grado di incazzatura che possono suscitare: +++

Il BenTuoVolente (o BTV come verrà d’ora innanzi chiamato) è di solito donna. Tende a dare consigli, possibilmente sgradevoli, tutti impregnati da uno spirito, sottolineato più volte, che si chiama “Per il tuo bene”.
In pratica qualsiasi cosa tu possa fare non andrà bene e sarà corretta. Assolutamente per il tuo bene. Anche se di lì di bene tuo ne vedi un beatissimo ma molto di quello altrui.
Il tasso di manipolazione incluso nel consiglio BTV è altissimo ed impregnato da un sano desiderio di suscitare sensi di colpa.
Appartengono a queste categoria frasi tipo “Adesso non capisci ma un giorno mi ringrazierai”. Di solito quel giorno non lo si vede.
L’unico modo per difendersene è smontare logicamente cosa si stia dicendo anche se bisogna abituarsi a farlo già in tenera età.

I PostoTuoFacenti:
Grado di irritazione che suscitano: ++++
Grado di incazzatura che possono suscitare: ++++

Il PostoTuoFacente (PTF) tipico l’ho trovato oggi in una riunione. Tra un sermone ed una predica ha emesso una serie di saggi conigli che, se applicati, porterebbero alla compilazione di una serie intera di “Bingo delle Escalation”. E’ uscito vivo per miracolo avendo io represso la tentazione di sbattergli il portatile in testa (cosa che pare non venga ritenuta professionale).

Ogni sua frase è iniziata da “DOVRESTI” o “Al posto tuo farei”. Tutte, nessuna inclusa. Il giramento di coglioni che suscita è dovuto al fatto che vuole a tutti i costi spiegarti cosa fare, incluso come aprire il rubinetto dell’acqua o grattarti la testa.

Il PTF è tipicamente maschio. Non manipola ma si limita a calare la sua saggezza dovuta probabilmente al tasso di testosterone e alla mancanza della più pallida idea di cosa sia l’argomento del dibattere o del perchè X faccia cosi’. Il perchè e le condizioni, a dirla tutta, gli paiono totalmente inutili e dopo un po’ la controparte sta zitta per evitare di sprecare fiato o, più realisticamente, di insultarlo.

E’ da notarsi che il gioco funziona solo se l’altra parte, per cause di scazzo, stress, stanchezza, partecipa.

Il che porta a concludere come fottersene sia l’unico modo per evitarli.

Pubblicato il 6 ottobre, 2008, in Femminile-maschile, Life, Universe and Everything, Realta' con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: