Caffettiere

Questa settimana c’e’ stato uno sgradevole incidente: stante lo stato di mental-meltdown, sono uscita di casa lasciando il gas acceso sotto la caffettiera.

Tralasciando il fatto che ho acceso un set di candele a svariati pantheon perchè non è successo nulla, il dramma è stato che la mia caffettiera prediletta era totalmente annerita ed avrebbe avuto bisogno di una sessione di accurata manutenzione.

Mercoledi’ sera, giorno dell’accaduto, non ho immediatamente proceduto alla cura. Giovedi’ mattina è arrivata la Cleaning Sonder Kommando.

Ora la signora CSK è un mito con un feroce difetto: ogni tanto getta cose a capocchia. A ciò seguono scene assolutamente emotive e drammatiche tra promesse e riappacificazioni.

Sono arrivata a casa ed ho trovato un pezzo della prediletta caffettiera ed un pezzo di quella di backup. Cosa fosse successo agli altri due lo ignoro anche se lo sospetto. Approfondite ricerche in giro non han dato risultati.

Il primo tentativo è stato di fare un mashup di caffettiere. Mashup sta fafunchia visto che il risultato è stato emissione di acqua sporca sul gas e nessuna fuoriuscita di caffè.

Cosi’ dopo due giorni due di utilizzo di microcaffettiera, sono andata a comprarne una nuova.

Adesso abbiamo fatto i quattro giri di inaugurazione e siamo in attesa della fuoriuscita del caffe (**). Sperando sia decente.

(*) Un caso analogo fu quando mi sparì il cuscino prediletto, in uso da quando avevo 18 mesi. Lo ritrovai dopo drammatica telefonata con io quasi in lacrime, era  nel cesto della biancheria da stirare

(**) Per il caffè inaugurale abbiamo utilizzato quello comprato da EatItaly ecologico-affine, fair tradista, status symbol al modico costo di un rene al kg.

Pubblicato il 11 ottobre, 2008, in Diaristica, Life, Universe and Everything, Realta' con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 4 commenti.

  1. spero che i quattro giri di inaugurazione non fossero con quel caffè.

  2. no🙂 erano coi fondi delle caffettiere mashup e backup😀

  3. CSK è un mito… la mia veniva chiamata solamente *la belva*😉

    (e comunque, Annare’, lasciatelo dire che stai lavorando troppo. Lunedì li dovevi mandare tutti aquelpaese e venire alla lezione di danza del ventre. Oh insomma🙂

  4. Una volta un sabato pomeriggio invernale mi sono alzato dalla pennica., ho messo sul fuoco il bollitore per il te, mi sono vestito e sono uscito per andare a comprare un libro… ancora per fortuna ho una casa.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: