Succede in Italia e succede in Germania

Oggi il nostro presidente del Senato, parlando di morti sul lavoro, ha dichiarato «Occorre verificare la qualità e l’intensità dei controlli – ha detto a margine del Forum sull’alimentazione e l’agricoltura della Coldiretti – e fare in modo che la classe operaia venga formata ed educata al rispetto delle regole. Il sistema va guardato nella sua complessità».

Bisognerebbe spiegare a Schifani che il concetto di “quick & dirty” è  applicato in tutti i settori lavorativi. Con una grande differenza: se lo applicano a me, mal che vada mi viene la gastrite (*). Se lo applicano all’operaio che deve salire sui ponteggi o scendere a pulire una cisterna rischia di lasciarci le piume.

Per fare un esempio, gli operai della Thyssen le regole le rispettavano. Altri no.

Da queste parti si suppone che o Schifani viva in un universo parallelo dove facendo l’ennesima legge cesseranno per miracolo le morti sul lavoro oppure abbia una concezione tra il fantasy ed il fantascientifico del mondo del lavoro. Forse troppi spot Mediaset.

Questo succede in Italia.

Dalla Germania arriva invece una notizia che per me ha del fantascientifico: i top manager di Deutsche Bank hanno rinunciato a qualche decina di milioni di euro di bonus.

Andando sul Financial Times (**), si trova questo: “Deutsche Bank said the 10 members of its global executive committee – including Anshu Jain, head of global markets, and Michael Cohrs, head of global banking – would follow Mr Ackermann’s lead and give up any bonuses earned this year.

Siamo nell’economia più forte d’Europa e parliamo della principale banca tedesca e del suo top management.

Andando avanti, troviamo qualcosa di ancora più spettacolare:

“In an interview with Bild, Germany’s most widely read newspaper, Mr Ackermann said his bonus payment, which would have amounted to millions of euros, should instead be shared by “deserving employees who need the money more than I do”.

Svariati milioni di euro che dovrebbero invece andare agli impiegati meritevoli che hanno più bisogno di soldi di lui.

Già negli scorsi anni mi stupivo e pensavo che ormai le cose di sinistra le dicessero solo più Montezemolo o Marchionne.

Adesso mi tocca pure pensare che i banchieri tedeschi le mettono in pratica e le dicono.

Per quanto riguarda i politici italiani, no way, già sappiamo che è in arrivo il loro prossimo aumento.

(*) Non che io ami avere la gastrite, sia chiaro.
(**) Richiede di registrarsi

Pubblicato il 18 ottobre, 2008, in Italica, Life, Universe and Everything, Politica, Realta', Riflessioni con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

  1. quello che mi ha in particolare colpito del discorso di Schifani (nomen omen?) è il riferimento alla necessità di “educare la classe operaia a rispetto delle regole”.

    Erano anni che non vedevo una simile “coscienza di classe” (sia pure all’incontrario e per distaccarsene), ma mi sembra sempre di più che gli unici che hanno coscienza di classe in Italia siano ‘loro’ e non quelli che lavorano, come di diceva una volta (ma come poi è alla fine dei conti), ‘sotto padrone’

    quanto poi al richiamo al rispetto delle regole (ovviamente invocata nei confronti degli ‘altri’ da parte di chi invoca immunità (anche penale) ad ogni piè sospinto …

    basta che divento noioso …

    buona domenica

    h.d.

  1. Pingback: Luca Zappa Web Corner » Blog Archive » Succede in Germenia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: