In attesa di pappa

Sono in attesa di cena visto che nulla qui attorno apre prima delle 21.

. Al momento ho due sensazioni contrastanti: aver visto troppe madonne gotiche e aver battuto il record di passi fatti negli ultimi 6 mesi.

Per quanto riguarda le madonne, ho avuto la buonissima idea di andare a vedere il museo Mares. Non chiedetemi perche’ una, con tutta la roba che c’e’, scelga proprio quello.

L’ho fatto. Un consiglio: andateci se siete amanti all’eccesso dell’arte gotica spagnola. Non solo se l’amate ma proprio pensate che non potete farne senza.

Il primo piano e’ fatto cosi’: inizio light con bella statuaria romano-greca. Cosi’ per un paio di sale. Poi inizia il delirio: stanze intere di madonne gotiche. Messe tutte in fila, una vicino all’altra. 

Se non avete almeno dato un master sul tema vi trovere a classificarle come “Madonna che ride”, “Madonna che ha mal di stomaco”, “Madonna un po’ verdognola”.

In piu’ mi sto chiedendo quale sia il significato mistico della pera. Va bene la melograna, la rosa, ma la pera??

Quando avete finito con le madonne, inizierete coi crocifissi. Stanzate intere di crocifissi gotici al punto che mi e’ venuto il dubbio che ve ne sia ancora uno originale in tutta la Spagna o li abbian messi tutti li’.

Finito questo, parte l’area del collezionismo. Han seguito lo stesso stile: una sala intera dove ci saranno 1000 pipe, una con 1000 ventagli e cosi’ via.

Alla fine avrete una leggera nausea ma vi sarete divertiti un sacco, soprattutto se siete appassionati di pipe o orologi o chiavi, c’e’ una sala su quello.

Visto che non mi ero fatta abbastanza male, ho deciso di optare per una visita al Museo d’arte della Catalogna.

Quando sono entrata, ed ho avuto in mano la guida, si e’ avuta la seguente scena:

Signorina all’info: Guardi che chiudiamo alle 19
Moi: Grazie, non c’e’ problema.

Il sottotitolo era “col fischio che mi rifaccio arte gotica e romanica”.

Il problema e’ che devi fartela perche’ sono d’infilata. Alla fine sono uscita con la ferma opinione che gli catalani siano rotti le palle fino al XVIII secolo circa visto che ci fosse un mezzo quadro che non raffigura sante, crocifissioni o santi pensosi che guardano teschi.
Si riprendono un attimo con Goya, guardo con Eros e Psiche che stanno per non giocare a carte, e poi via con l’arte ottocentesca e gli splendori del Novecento.
Si potesse saltare il resto e vedere solo quello, avrei apprezzato di piu’.

In generale due palle fino a Gaudi e uno lieve stato di trance fino a “Dora Maar” che da solo vale la visita.

Per ripigliarmi ho dovuto assolutamente comprare lo shampo da “El Corte Ingles” dove ho scoperto che c’erano tutte le cosine che usavo quando ero in Germania. Perche’ gli spagnoli le abbiano e noi no, e’ un mistero ma non ho voglia di analizzare cose simili.

In compenso, mentre tutti i TG europei aprivano sulla strage di Bombay, il TG1 apriva su Erba. Hey che volete siano degli stupidi terroristi a confronto con Rosa ed Olindo ?

Pubblicato il 26 novembre, 2008, in Diaristica, Viaggi con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

  1. non c’erano italiani coinvolti, ci credo che il tg1 non l’abbia messa come apertura.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: