Apprendere con uno e ripassare con gli altri

Ogni tanto osservo affascinata alcuni fenomeni 2.0

Uno di quelli che più mi diverte è la questione life-streaming o FB status o twittering che dir si voglia.

Sono entrata in contatto la prima volta che ho aperto una pagina di Twitter. C’erano 140 caratteri e la domanda “What are you doing?”

Praticamente si era nella preistoria del “Divulghiamo cosa facciamo o pensiamo momento per momento”. Talmente nella preistoria che si scriveva in inglese e parlava in terza persona. Uscivano cosi’ frasi tipo “Tizio is cleaning the bathroom” o “Caio lost one socks”.
FriendFeed e Facebook erano ancora di là a venire, per cui una cosa veniva scritta su Twitter e li’ rimaneva.
Considerato questo signor life-streaming, microblogging o antani che sia, un comunicare quasi discreto (*)

In seguito arrivò FriendFeed e si iniziarono ad avere i doppioni. Gente che duplicava i messaggi tipo twwet  con “Son qui che mi lavo i piedi” e messaggio su FF che ripetava la cosa magari aggiungendo “ed uso la pietra pomice”.
L’aggiunta e la ripetizione non aggiungevano nè toglievano niente alla questione e neppure la passavano dal regno del totalmente-transitorio a quello dell’immortale. Lifestreaming o microblogging che fossero, il concetto di base era nel raccontare fatti propri, anche se minimi,  anche quelli che un tempo si sarebbe ritenuto inutile raccontare alla propria mamma adorante.

Poi venne FB implementò lo status update e FriendFeed la possibilità di mettere gli streaming dello status.
Morale la cosa divenne triplicata e senza tante possibilità di rimozione. Il livello d’interesse rimaneva lo stesso in molti casi ma la possibilità di leggerlo era ben tre volte maggiore. Fortunatamente nessuno fa streaming di LinkedIn e si spera che nessuno ci vada a scrivere cose tipo “Ho lo scaldabagno rotto e puzzo come un cammello”.

E poi arrivarono i software per aggiornare in una volta sola Twitter, FriendFeed, Facebook, Jaiku e magari anche LinkedIn.

Un delirio di ripetizioni. Il contenuto rimane lo stesso, “Ho lo scaldabagno rotto e puzzo come un cammello”,  però riportato  uguale, Suppongo sia per ovviare  all’improbabile caso  di  qualcuno che non lo abbia letto su 3/4 altri siti di social networking.
Senza contare che puoi importare i feed di FF ed i tweets su FB. Praticamente un loop .
Coglierei l’occasione  per ringraziare gli sviluppatori di FriendFeed che hanno impletanto l’hide per un certo genere di messaggi di modo da poter evitare di ripassare troppe volte lo stesso micro-post o pezzo di lifestreaming o supercazzola che sia.

Non ho chiaro se io sia l’unica ad avere un bel pezzo di network condiviso su enne social-cosi ma qualcuno, in maniera molto semplice, mi può spiegare a cosa serva ripetere in enne posti  la stessa,  medesima solfa?

Se i social-cosi identificano ambiti e persone diverse, non è detto che il messaggio possa riscuotere lo stesso interesse o disinteresse. Se sono uguali le persone, il messaggio è ridondante.

Adesso scusate, vado a comunicare in diretta mondiale che il mio scaldabagno funziona. Non vorrei che qualcuno, a forza di leggere la stessa frase, si fosse convinto che sto parlando del mio sistema di lavacri.

(*) Per comodità sua, la qui presente assume che scrivere “Ho lo scaldabagno rotto e puzzo come un cavallo anche se è inverno” sia life-streaming mentre “Con lo scaldabagno rotto viene difficile farsi la doccia in inverno” microblogging

Pubblicato il 7 gennaio, 2009, in Blogging, Cazzeggiando, Fuffa 2.0, Realta', Riflessioni, Tennologie con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

  1. ma come, tutte queste meraviglie tecnologiche e neanche l’acqua calda centralizzata?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: