Un mese di Mac

Apple MacBook 2,4 GHz, originally uploaded by maxhainsch.

Da utilizzatrice di windows, una delle frasi più irritanti che sentissi era “Get a Mac”.

Tra screen of death e “l’istruzione non poteva essere read”, ti veniva presentato un mondo di lieve perfezione, accompagnata da una lieve sensazione che lì ci fosse il paradiso e fosse solo colpa tua non se non c’arrivavi.

Da un mese c’è Genghiz Cohen the Mac.

La prima reazione, dopo averlo acceso e configurato, è stata “E adesso cosa faccio?”
Perchè non è tanto il sistema operativo, è tutto l’insieme Mac a lasciarti un po’ smarrita.
Che si arrivi da Linux o Windowz, si è abituati a certe impostazioni tastiera, a certe operazioni.

Improvvisamente ti trovi a non sapere come alcune cose di base vadano fatte e, per quanto semplice sia il tutto, ad ignorare cose basilari tipo “come si fa un print screen” o “ed il tasto Canc?”

In aiuto vengono a quel punto maree di forum e wiki sul tema.

Poco per volta, ti abitui alla nuova impostazione, impari a socializzare con il nuovo mondo. Inizi a provare cose nuove e a capire come muoverti.

Il cuore del giocattolo rimane però oscuro, qualcosa che non vedi e di cui non vai ad analizzare molto. Sai che c’è, sai che se vuoi c’arrivi.

Al momento ho aperto la console per i messaggi di sistema. Ho visto una serie di warning di Ivirus ed ho lasciato perdere. Arriverà anche il momento di passare alle applicazioni più serie tipo quelle di monitoraggio del system health.

Con calma, non c’è fretta. Per adesso mi godo lo scintillante gioiellino con un alce parlante che esce fuori ogni tanto.

Incontrai la Talking Moose assieme al primo mac, più di 10 anni fa. Mi divertiva quell’alce che usciva e diceva cose stranissime e buffe.

Era il simbolo del “Think Different” ed è stata la prima applicazione che ho installato su Genghiz Cohen.

Adesso scusate, mi sta chiedendo un po’ d’intimità con Firefox perchè debbono allineare i chakra.

Pubblicato il 23 febbraio, 2009, in Diaristica, Tennologie con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 4 commenti.

  1. visto che di gente che dal Mac è tornata indietro non se ne conosce … se posso permettermi questa è la soluzione definitiva

    http://www.ibs.it/code/9788850326037/accomazzi-luca-bragagnolo-lucio/mac-os-x-leopard.html

    poi qui il posto più serio dove leggere di mac
    http://www.accomazzi.net/TistituzionaleI1.html
    iscriviti alla mailing list
    ciao
    marco

  2. veramente IL libro definitivo e’ quello che si trova qui:

    http://www.kernelthread.com/

    Accomazzi e Bragagnolo saranno anche bravi, ma Amith ….😉

    ps = benvenuta nel lato “easy” dei pc …

  3. era ora, Annare’🙂

    (ora vado a conoscere l’alce, ché mi manca)

  4. @Marcella: tnx🙂 l’alce sta adesso comunicandomi che Firefox ha perso peso🙂

    @Koo: pià che altro il lato oscuro della forza🙂

    @marco: grazie🙂 Vedrò di leggere🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: