Segni di crisi e contraddizioni

Stasera, tornando dal lavoro, sono passata di fronte a questo negozio, anzi concept store come lo definiscono.

Cose belle ce ne erano, di base impressionava la sofisticazione quasi grottesca ed il contrasto con la situazione attuale. Un posto dove una saponetta dimensione “omaggio in un albergo” ti costa 9 euro 9, suona quasi incongruo se paragonato a cosa c’è attorno.

Suona un po’ da dinosauri di lusso, infatti c’eran dentro più commessi che clienti (4 contando me che curiosavo).

Sono uscita a mani vuote, un po’ perchè non c’era nulla alla mia portata di budget, salvo la saponetta da 9 euro, un po’ perchè non c’era quella sana atmosferta goduriosa che t’invoglia a spendere.

Sembrava di stare in una cattedrale del design modaiolo, persino lo shop della Victoria&Albert pare più allegro e vitale.

Uscita, ho proseguito per la mia passeggiata in centro. Girando, sono passata di fronte ad un’altra cattedrale del lusso e lì sono rimasta a bocca aperta: stavano saldando parte della merce estiva.

Saldi reali, non stupidaggini. Per curiosità ho dato un’occhiata e c’erano botte di 200 euro di sconto. Per la carità, eran pur sempre 180 euro rimanente ma meno della metà rispetto al prezzo originario.

Anche qui, negozio semi-vuoto.

Un pomeriggio di venerdì, in una delle città più ricche della Germania. Un pomeriggio che moltissimi dedicano allo shopping, i grandi negozi di lusso eran decisamente vuoti.

La crisi è arrivata anche qui in maniera pesante ed i segni si vedono anche da queste cose. Si vedono anche nelle abitudini di spesa della parte più ricca della popolazione.

Quelle scarpe estive costosissime, parevano quasi incongrue se raffrontate alle notizie giornaliere. Esattamente come le borse porta pc da 1.300 euro o le saponette da un rene al kg.

Qualcosa che appartiene ad un’altra epoca e che non sappiamo se sopravviverà.

Dinosauri e reperti di un’altra epoca.

Pubblicato il 3 aprile, 2009, in Femminile-maschile, Politica, Realta', Viaggi con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

  1. Secondo me la cosa preoccupante e` che mi sa chge anche i concessionari di queste cose qui adesso siano un po’ vuoti:
    http://www.man-mn.com/de/de.jsp (si` e` anche una scusa per un gioco di parole da nerd… va bene?)

    Ovviamente questi posti che vendono beni di lusso dimostrativi per un po’ continueranno ad andare avanti (almeno finche` i ricavi marginali coprono le spese marginali e non riescono a fare fuori il magazzino. Ci sara` comunque qualcuno che per fare vedere di avere i soldi li frequentera` pure

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: