Europea

Notavo una cosa in questi giorni: siamo tutti europei, passiamo un sacco di tempo a tirar fuori dei blah blah sulla Comunità Europea.

Poi ti giri attorno e noti quanto segue:

  1. Tendenzialmente le persone girano in branchi nazionali, italiani con italiani, tedeschi con tedeschi, inglesi con inglesi e così via
  2. Nel caso non vi siano italiani disponibili, si allarga l’area e diventa  qualcosa che sembra legato alla filologia: gli inglesi con i tedeschi, gli italiani con gli spagnoli.I francesi, per qualche ragione a me ignota, con gli inglesi.
  3. Un capo della nazionalità X avrà sempre un vice o un qualcuno della stessa nazionalità. Possibilmente più di uno. Col capo della nazionalità X si parla la lingua X. Da ciò ne deriva che sapere 5-6 lingue aiuta
  4. Quando c’hai le palle girate con qualcuno, la storia è la prima cosa che viene alla mente. Improvvisamente escono ricordi di battaglie avvenute 700-800 anni fa. Nelle migliori combinazioni si riescono ad invocare Vienna, Lepanto, le Crociate, Crecy, Waterloo e l’assedio di Torino del 1706 a seconda delle combinazioni storiche. Suppongo ci sarebbero dei problemi coi russi a meno di invocare i cavalieri teutoni e Gengis Khan (*)
  5. Il “Dimmi chi frequenti e ti cagherò di conseguenza” è importantissimo. Ne deriva che X può solo salutare Y. Alain de Botton con il suo “Status Anxiety” diventa indispensabile nel distinguere la massa di gelatina da chi ce l’ha con te.
  6. Dal punto 5 deriva anche che il vero cazzocontante non saluta mai nessuno,  a meno che sia un livello sopra di lui. Ciò aiuta anche ad evitare di entrare a contatto con dei coglionazzi insicuri e spaventati del giudizio altrui
  7. Se uno/a fosse veramente figo farebbe meglio ad apprendere l’accento figo. FAre la figa a pedali con l’accento dell’East End non è il massimo
  8. Prima di fare la figa a pedali, accertars che l’altra non ti senta e non sia in condizioni di ribattere. Se fai notare che X ha le tette che iniziano a scendere, provvedere ad avere a propria volta un po’ di tette altrimenti una risposta tipo “Almeno ho qualcosa al posto del nulla”,  sarebbe servita su un piatto d’argento.Accertarsi anche di non avere il culo piatto, le gambe storte e le caviglie che ricordano un cavallo da tiro perchè tutto ciò può essere usato.

Anche senza parlare, anche senza dire niente. La vita è un lampo e a tirare fuori uno sguardo simil-impietosito, mentre si osserva il nulla anteriore ed il poco posteriore, è un attimo.

Perfidia per perfidia, se le cose si fanno, van fatte bene

Pubblicato il 21 aprile, 2009, in Cazzeggiando, Diaristica, Femminile-maschile, Life, Universe and Everything, Realta' con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: