Caro Augias

Tralasciamo il fatto che in una trasmissione sulle donne, sulla spiritualità femminile e sul corpo delle donne, lei le donne le lasci parlare ben poco.

Tralasciamo il fatto che il raffinato intellettuale, fama che ella ha, riduce la dimensione del misticismo a una questione che sta tra Leary e l’orgasmo represso dimenticando del tutto grandi studiosi come Buber e la definizione che da della questione quale “l’esperienza di assoluta libertà” e che Martin Buber lega il linguaggio erotico al fatto che l’unico linguaggio in cui l’esperienza sarebbe traducibile è quello dell’eros.

Tralasciamo che, dopo aver continuato a paragonare il misticismo all’eros, vada a fare una domanda diretta sull’esperienza ad uno. Le consiglio di leggere Thomas Merton che considera l’esperienza spirituale come la più intima di tutte.

Più ancora del fare all’amore.

E, mi scusi, ma tutto quello che vedo è un tentare di passare la SUA lettura a scapito di qualsiasi altra voce. Anche perchè non lascia parlare la gente, non da spazio.

Lo spazio viene dato a chiunque appoggi la sua visione e la sua lettura.

E lasciamo stare il fatto che se c’è ero nelle streghe, nella persecuzione arriva nella maggior parte dei casi sotto tortura.

Impressionante, soprattutto adesso che sta facendo parlare per l’ennesima volta un uomo. Dopo aver tolto la parola ad una donna.

Figo. Era meglio se faceva una bella inchiesta su Giovanna d’Arco.

Avrebbe evitato di andare ad affrontare temi così complessi e delicati, per tutte le implicazioni, puntando su un solo punto: il sesso, con una bella dose di morbosità.

Dimenticando che alla base della condanna della strega c’è sempre la denuncia. Denuncia a cui è stato solo accennato. Esattamente come poco o nulla è stato toccato del contesto e dei cambiamenti che portano alla persecuzione.

Si è anche dimenticato di dire che la caccia alle streghe è un fatto trasversale alle religioni: a Salem c’erano i puritani, in Kenya ed in India si continua a morire con l’accusa di essere streghe

Ah, dimenticavo: nella maggior parte degli atti originali dei processi, il piacere non è citato.

Bruttissima puntata, peccato abbia tolto voce alle donne.

Non diversamente dall’inquisizione di cui parla molto.

Pubblicato il 26 giugno, 2009, in Femminile-maschile, Life, Universe and Everything, Riflessioni con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

  1. ci sono incappato anch’io e ho speso più tempo a capire dove volesse portare tale puntata che non ad ascoltare i singoli interventi degli ospiti in studio

    complessivamente caotica e mediocre come implementazione, secondo me

    • l’ho vista casualmente anche io e ho avuto l’impressione che fosse una replica ritrasmessa ora nel periodo estivo. Grave imho che si sia parlato solo di demonio senza parlare di culti pagani sciamanici che la chiesa del tempo chiamava eresia pagana (ossia le streghe non adoravano satanabaubau ma relazionavano con divinita’ politeiste e/o femminili come fanno l’odierna wicca e stregheria). Brutta trasmissione su un argomento complesso.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: