Il delirio della burocrazia sanitaria

Ricapitolando:

  1. Sabato mi hanno tagliuzzeggiato e detto che oggi avrei dovuto fare una medicazione
  2. Ho perso mezza mattinata a capire come e dove farla
  3. Questa benedetta medicazione, secondo le fonti, dovrei farla nell’ospedale dove mi hanno tagliuzzato
  4. Nell’ospedale dove mi hanno tagliuzzato, il più vicino a casa mia anche se fuori ASL, non me la fanno  e mi dicono di rivolgermi alla mia ASL
  5. Il comma 22 è una bazzecola rispetto a tutto questo
  6. All’ASL mi dicono anche che la trafila è a) vai dal tuo medico di base b) ti fai fare la prescrizione c) ritorni alla via (senza prendere il bonus) d) SE E QUANDO POSSONO te la fanno
  7. Non potete andare a pagamento, da sempre la via più veloce per ovviare alle minchiate kafkiane dello SSN, perchè non le fanno

Detto ciò, cazzi vostri se la cosa fosse successa mentre eravate in vacanza, in trasferta o Dio solo sa dove.

Per cui, se avete un problema, non limitatevi ad andare al PS, fatevi decisamente ricoverare.

Detto ciò si ringrazia la ASL per non avere risposto al tel, sempre occupato, avermi fatto andare di persona e rispondere che solo con una diagnosi e profilassi di PS col cazzo che si poteva.

Pubblicato il 6 luglio, 2009, in Italica, Realta' con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: