Quel grazie che quanno ce vo, ce vo

Nel quale una vorrebbe ringraziare il suo capo per averla fatta lavorare da casa in questa settimana di martirio da orari ASL

Son cose piccole però ti migliorano la vita.

Ciò non toglie che ogni tanto continuerò a desiderare di strozzarlo [insert joking faccina]  ma, come detto, qui, un blog è l’espressione di un attimo e di un qualcosa di “temporale” e temporaneo.  Non rappresenta mai nè l’intero, che per fortuna è olistico, nè il tutto

Pubblicato il 10 luglio, 2009, in Diaristica, Riflessioni con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

  1. E con la ASL com’è andata? Tutto bene? Un abbraccio.

    • Sono passata direttamente tramite ospedale dopo il primo round con l’ASL.
      A quel punto sono riuscita a fare le medicazioni e i controlli. Se era per il primo ufficio ASL a cui mi sono risolta, capace che facevo la prima il giorno del boh😦

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: