Da qualche parte in Uk

In questo periodo sto passando un po’ di tempo nel Berkshire, in un posto chiamato Newbury.

Newbury, come si può notare dalla cartina è non ha di sicuro le dimensioni di una metropol, 20 minuti andando piano da un capo all’altro ma, decisamente, ha tutto quanto ti hanno passato nei libri su cui si studia inglese.

Ha una chiesa normanna con cimitero allegato, ha un post office, ha una piazza del mercato, ha dei pub ed un po’ di ristoranti che, nel caso, a me ricordano sempre i personaggi del libro d’inglese (Starting Out, y’know).

Possiede anche uno dei negozi più bizzarri mai visti in vita mia. Bizzarro in primis perchè chiude tardissimo rispetto agli altri, ora normale 17, in secondo luogo perchè sembra essere il punto di raccolta dei rimasugli di qualsiasi saldo, sventi, vendita promozionale che mai vi sia stata sul suolo inglese. Quando ci sono entrata per questioni di autentica necessità (**)

Vicino a questo distillato d’inglesità, così inglese che non ti sembra neppure vera, ci sta la grande sede centrale

La Grande Sede Centrale è bella, bellissima. Talmente bella che sembra quasi un peccato che la gente debba lavorarci al posto di contemplare la Splendida Sede Centrale.

E se Newbury è l’essenza dell’inglesità come se la sogna chi arriva da fuori, la Grande Sede Centale è la summa dell’inglesità come se la sogna chi pensa alla società multietnica.

Un ingresso in mensa, oops scusate restaurant, provocherebbe un attacco di bile ad un qualsiasi leghista tanto sono numerose le etnie e le relgioni rappresentate (*)

In questa summa e tripudio d’inglesità, ci sta l’albergo dove dormo ovvero “Una puntata di Miss Marple trasferita nella realtà”. Di base è una vecchia locanda del 700 ristrutturata una decina d’anni e da allora lsciata cadere in decadenza. E’ tipica, trasuda Old England da ogni cm ma un po’ di restauri aiuterebbero.

Questo hotel Miss Marple è l’unico presente nel centro della città. Ne esistono altri, un paio sono bellissimi ma sono messi in capo al mondo e ti ritrovi segretato se non hai una macchina o vogia di fare ore a piedi.

Non lo coniglio in particolare anche se le colazioni sono grandiose ed ottime.

Stasera è l’ultima sera e so che questo set da film un po’ mi mancherà. Domani si va a Plymouth e poi si parte verso lidi più normali e comuni.

(*) Non è che la gente lo dichiari ma tra turbanti e veli, non ci sono pippe mentali da crocefisso-in-aula

(**) Oltre certi livelli la coglionaggine è un arte: due ombrelli due in Germania e ho pensato bene di portarne dietro 0. Naturalmente sta facendo i giorni più piovosi dell’anno.

Pubblicato il 13 novembre, 2009 su Cazzeggiando, Diaristica, Viaggi. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 5 commenti.

  1. Ma ciao😀
    come va?E’ da due anni che non compaio sulla blogosfera U_U Beata te che sei in UK…io spero di farci un salto nei prossimi mesi!

  2. /me omaggia il grande Ghebuz!

    che fine hai fatto ? Ti sei masterizzato ?😀

  3. Eh eh…masterizzato no, mi sono laureato alla specialistica un mesetto fa, ho ritardato un po’ causa lavoro (lavoro che tra l’altro dovrò ricercarmi da gennaio, aah!)

  4. Finirò a pulire i cessi, aah!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: