Letturaio Elettronico

Da ieri sono titolare di un letturaio elettronico, YouBastard Sony Prs505 per gli amici.

Era da un po’ che lo osservavo, più o meno da quando è arrivato a lui e me ne aveva cantate le lodi in blogghese ed italiano corrente.

Tentennavo un po’ per via del prezzo e perchè non ero sicura se e quanto ne sarei stata entusiasta. Aldilà di tutte le discussioni, l’idea di passare da carta normale a carta elettronica un po’ mi perplimeva.

Poi succede di avere una filiale di Thalia vicino a casa e che il PRS vada a 199 euro.
Non è amore estremo ed assoluto ma è l’inizio.

Quando ieri ho aperto la scatola più che emozionata ero curiosa, praticamente bambina che apre il regalo di Natale. La prima cosa è stata capire cosa connettere e dove perchè il signor YouBastard è arrivato con tutta una serie di cavi, cavetti, manualistica e software, peccato fossero per Windows ed io ho un Mac.

Fatti i necessari passi per scaricare il sw necessario per connetterlo al Mac (*), caricata la batteria, ho iniziato a giocherellarci.

E’ da notare che YouBastard è arrivato con una notevole dotazione di libri, 14 per la precisione, peccato fossero in tedesco e io non avessi la minima intenzione di imbarcarmi nella lettura di Grass in lingua teutonica.

Il secondo passo è stato prendere Calibre e riordinare la varia libristica sparsa tra macbook e dischi esterni vari.
Il terzo passo riorganizzare il tutto, tirando sane madonne perchè avessero scritto una volta giusto l’autore o il titolo. Dopo un paio d’aggiustate, ho fatto andare il signor Calibre per aggiungere commenti, tag e palle varie.

Assieme a cotale meraviglioso sw, ho utilizzato Stanza per un paio di conversioni da formato “txt” a qualcosa-di-utilizzabile in maniera comoda sul letturaio.
Stanza è famoso perchè ti produce gli ebook anche per PadrePioPhone.
Andrebbe detta una cosa: leggere libri sul PPPone è una vera merda, per usare un raffinato francesismo. Ne ho alcuni, tra cui l’opera omnia di Nietzsche. Nel caso di un libro normale leggi 2 parole 2 e devi scorrere in avanti, nel caso del buon Fritz puoi permetterti di leggere con molta calma, a parte le volte che perdi il segno o altri accidenti.

Col letturaio il segno viene mantenuto e, fino ad adesso, non mi sono trovata a spasso chissà dove.
Un problema che per adesso ho è il non capire se mi mantenga le impostazioni aumentando il carattere o meno ma penso sia più parte del mio “non sono abituata” che dell’oggetto di per se stesso.

Coniglierei l’oggetto? Si, perchè legge tutti i formati ed è di facilissima gestione, in più il prezzo è più che conveniente.
Non lo coniglierei se invece si vuole l’oggetto fighetto e, in quel caso, SanKindle leggi per noi.

A favore del Kindle debbo dire che riporta la lettura pura a livello di fighettaggine, in attesa santo Steve Jobs decida di fare l’Ireader.
Ma quella sarà un’altra storia ancora da raccontare.

Un altro svantaggio è che, al momento, non esistono molti titoli in italiano. Perlomeno titoli ottenibili legalmente e senza ricorrere ad EquusWorld o Torrente della Baia.
Esistono tanti bei titolini su Progetto Gutenberg ma, anche in quel caso, parliamo di una stragrande maggioranza di libri inglesi

Una cosa sola: credo che il letturaio affiancherà ma non sostituirà del tutto la lettura su cartaceo. Non perchè sia una fanatica di “Il piacere della pergamena sotto le dita” ma perchè non vorrei perdere “il piacere di entrare e cercare in libreria”, possibilità di serendipity ed affini incluse.

(*) Lo vede come un disco esterno per cui, una volta che lo si è connesso, si prende e si copiano i filetti belli sotto l’apposita directory Media/books.

Pubblicato il 6 dicembre, 2009, in Diaristica, Life, Universe and Everything, Tennologie con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 5 commenti.

  1. ma non puoi commentare, o sbaglio?

  2. Uh, LiberLiber per i libri in italiano.
    Ok, non saranno milioni e milioni ma la traduzione dell’opera omnia di Shakespeare è bellissima e testi come Viaggio in occidente per un sacco di tempo non c’erano su alberi morti.

  3. Sony mi deve delle provvigioni.

  1. Pingback: Notizie dai blog su 30.000 ebook gratuiti saranno disponibili da subito su iPad

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: