Chiamate Amnesty

Torino-Monaco, oggi pomeriggio.

Arrivo, metto i vari pezzi nella cappelliera e mi siedo. Niente di particolare, tutto nella normalità.

Il boarding sta procedendo con calma.

Ad un certo punto il mio naso percepisce un’odore bagnacaudesco ossia di aglio. Tanto odore di aglio e pure forte.

Ce l’ho seduto dietro e fiata come solo un tedesco reduce da una bagna cauda può fare.

E’ stato terribile, quando sono arrivata a Monaco pensavo che persino i bratwurst sapessero di aglio.

In compenso mi ha dato un’idea incredibile dovessi mai viaggiare con qualcuno che detesto profondamente.

Pubblicato il 21 febbraio, 2010, in Diaristica, Viaggi con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: