Traslochi

Da ieri sera sono nella casetta nuova. Non più padrone di casa che sembra un incrocio tra un cartone animato ubriaco ed un personaggio delle Sturmtruppen, non più vicini ululanti, non più 5 piani di scale.

Casa nuova.

Naturalmente, essendo in Germania, pur avendo un nuovo padrone di casa francese, qualcosa di bizzarro doveva succedere. Qualcosa tipo : donna delle pulizie che doveva consegnarmi le chiavi ed essere nell’appartamento fino alle 21 o 9 pm che sia.
Peccato che la signora, nel perfetto stile delle donne delle pulizie tedesco/slave (*), avesse finito prima e decretato che lei andava via, naturalmente senza avvisare nessuno della cosa.

Così, quando ci siamo presentati a recuperare le chiavi, nessuno rispose. Fortunatamente avevo il num di cell della tizia che, recuperata al cell, ha risposto che lei era andata via e se volevo le chiavi chiedessi al padrone di casa.
Detto questo ha sbattuto giù il telefono.

A me è venuto da invadere la Polonia

A quel punto è stato rintracciato il padrone di casa che, penso dietro promessa di soldi, ha convinto la signora ha muovere il culo e venire a portare le chiavi del desiderio.
Ella avrebbe dovuto viaggiare in taxi ma o arrivava da Colonia o ha preso l’autobus e fatto pagare il taxi.

Avuto a quel punto l’oggetto, rimaneva da spostare la massa di mia proprietà.

Io ero convinta di avere portato via un bel po’ di roba ma mi è parso che i pacchi si fossero moltiplicati, qualcuno doveva averli bagnati dopo mezzanotte e loro si erano moltiplicati, tipo Gremlins.

Qui è doveroso fare un ringraziamento al sig. Uriel che, con la sola forza di un braccio, riusciva a sollevare bauli e valigioni da 15 kg. Uno spettacolo.

Trasportata la massa a pian terreno, si è provveduto a chiamare un taxi.

E qui si è rientrati nella normalità locale. Tu chiami e dici “Voglio un taxi con tanto bagagliaio perchè ci sono molti pacchi” e ciò ti pare abbastanza esplicativo.
Probabilmente non lo era perchè ci è arrivato si un taxi con bagagliaio ampio, c’è stato tutto ma il taxista ha passato un sacco di tempo a lamentarsi con me che avrei dovuto chiedere un taxi con bagagliaio ampio.
Ha smesso di lamentarsi quando, n perfetto stile italiano, gli ho allungato 5 euro (**) ad immortale dimostrazione che tutto il mondo è paese .

Ho il dubbio che il problema non fosse il bagagliaio quanto la corsa che non era lunghissima. LA seconda possibilità è che, essendo il tipo un po’ scarsino sul piano muscolare, non avesse voglia di fare lo sforzo di scaricare le cose
Arrivati che siamo i bagagli sono stati portati in casa.

Si era a casetta nuova.

(*) Le donne delle pulizie locali sono di solito serbe, croate o polacche. In questo caso era polacca.
(**) E’ il costo di una corsa in centro città

Pubblicato il 1 giugno, 2010, in Diaristica, Germania, Life, Universe and Everything, Realta' con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 3 commenti.

  1. evviva la casa nuova🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: