Vicini di casa

Arrivo a casa e, sulla porta, c’è un signore alto, bruno, ben piazzato. Età attorno ai 30. Ci salutiamo e sfodera un sorriso da “Fascio di luce nella notte”.

La mia mascella rimane su per miracolo mentre ricambio il sorriso.

Entriamo.

Sulle scale è seduto un altro signore. Anche lui alto, bruno, ecc ecc.

I due si guardano ed entrano nello stesso appartamento.

Con l’aria di due che sono fidanzati.

Non ho capito se ciò si chiami “maxima sfiga” o cosa

Pubblicato il 19 luglio, 2010, in Diaristica, Femminile-maschile, Germania con tag . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 5 commenti.

  1. Per me la maxima sfiga è arrivare a casa e non trovare nessuna col sorriso “Fascio di luce”!

  2. oh, capitano anche di queste cose. Il mercato si riduce in questo modo, ma non ci si può far molto.

  3. come si dice, nessuno è perfetto🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: