Il senso delle parole

Una delle cose più tremende che sta succedendo in Italia e che appare forse di più a chi sta fuori è la nascita di una lingua in funzione berlusconiana.

Pro o contro che si sia, esiste tutta una serie di termini che diventano inusabili al di fuori del loro naturale contesto per divenire  “altro”, parte di un unico contesto.

Non so se ciò durerà o sia un fenomeno transitorio tipo “word of the day”,  di sicuro priva la lingua di concetti e termini per ridurle unicamente all’ambito politico

 

Pubblicato il 15 dicembre, 2010, in Diaristica, Riflessioni con tag . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: