Libertà religiosa ed educazione sessuale

Ebbe a dire oggi papa Ratzinger: “Proseguendo la mia riflessione – ha detto Ratzinger nella sua ampia disamina sulla libertà religiosa – non posso passare sotto silenzio un’altra minaccia alla libertà religiosa delle famiglie in alcuni Paesi europei, là dove è imposta la partecipazione a corsi di educazione sessuale o civile che trasmettono concezioni della persona e della vita presunte neutre, ma che in realtà riflettono un’antropologia contraria alla fede e alla retta ragione».

Santità senta, chi le scrive non è cristiana ed ha studiato dalle suore.
Proprio dalle suore ebbe a frequentare un corso di educazione sessuale, nulla di trascendentale, dove a fanciulle 13/14enni venivano spiegate cose come “come nascono i bambini” e “Cosa è il ciclo mestruale”.
Decisamente neutro, più neutro e slegato da morale di un apparato genitale disegnato mi viene in mente poco. Servì a darci un’idea di come funzionassero alcune cose.

Proseguendo con gli anni ebbi a frequentare gruppi scout cattolici, AGESCI d’you know? E lì trovai un sacco di gente preoccupata di due cose: se avessi impegni orizzontali e come prevenissi il “crescete e moltiplicatevi”.
Quando crebbi un po’ di più e divenni capo scout ebbi io stessa ad organizzare cose dette “corsi di educazione sessuale”.

E lì Santità, andammo proprio sul pratico spiegando cose tipo “cos’è e come si usa un preservativo” o “anticoncezionali”.
Vede Santità, il popolo adolescente ha della sessualità e dei metodi anticoncezionali una conoscenza che è equivalente a quella della fede che dicono di professare: sanno un beato dell’una e dell’altra.

Solo che per la seconda possono sperare nella misericordia ecc ecc, nel primo caso, sapendo che Madre Natura è una puttana. se hai 17 anni fai centro con una certa facilità.
Dopo ti tocca o gestirti un figlio da sola (BOTTANA) o abortire (BOTTANA ed ASSASSINA).

Tutto ciò per dirle molto velocemente che farebbe meglio ad annunciare quel Dio che i suoi seguaci paiono non conoscere esattamente come non conoscono i metodi riproduttivi.

Per quanto riguarda i corsi di educazione civica i casi son due: o la sua visione è ferma a Gregorio VII e pensa che si debba ancora peregrinare a Canossa oppure esiste una visione di cittadino che, in un’Europa multireligiosa, non coincide con la sua.

A dirla tutta la messa in atto in assoluto di cosa dice lei viola – PESANTEMENTE – la mia di libertà religiosa imponendomi di accettare un’unica visione, la sua.

Ora penso che esistano situazioni gravi e reali di persecuzione come nel Medio Oriente con i cristiani copti o i siri dell’Iraq. Penso ai monaci raccontati in “Uomini di Dio” morti per coerenza alla loro fede e alla loro scelta.

Pensando ai suoi correligionari MARTIRI sul serio , mi conceda Santità, si rende conto della serie di impenitenti cazzate che ha detto ?

Pubblicato il 10 gennaio, 2011, in Life, Universe and Everything, Realta', Riflessioni con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

  1. infatti, in questi giorni c’è chi parla delle persecuzioni subite dai cristiani nel mondo (cosa vera e tragica) e poi esce questo qua che dice che è persecuzione anticristiana anche l’educazione sessuale impartita in alcuni paesi europei (paesi laici, presumo)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: