Visto da lontano: di cosa sia e dei problemi reali

[NOTA: credo che il bisogno di aria fresca, pulizia e correttezza vadano ben oltre la nius del giorno sul grande quotidiano.]

Quando leggo le reazioni a tutto l’Ifigonia in Arcoride 2011, la mia reazione istintiva è pensare che il problema principale non è tanto il puttanone di turno o meno.
Penso sia l’incapacità di vedere quali siano i problemi reali del paese, problemi che vanno ben oltre lo scandalo sessuale ma, per fare un esempio, sono l’assoluta mancanza di una politica industriale, la perdita di potere d’acquisto dei salari o la precarizzazione/disoccupazione degli under 30

Sono tre anni tre che abbiamo la riedizione annua di “Sesso&circo nei palazzi del potere” con varianti più o meno grottesche. In questo caso abbiamo un reato possibile nel caso di minorenne.

Giornali, radio, messaggi a tv unificate. Tutto lo show mediatico al massimo livello, con tutto lo spettacolo dell’antiberlusconismo d’antan e professionale in piazza.

A me il Berluz sta sulle palle e non poco ma rimango perplessa, per non dire basita, di fronte a cosa leggo, di fronte alla perdita di qualsiasi proporzione tra le notizie ed i problemi.
Non riesco più neanche a pensare abbia una qualche utilità elettorale, un po’ perchè non ci sono elezioni immediate e un po’ perchè non è MAI servito.

Avesse avuto quache effetto uno degli innumerevoli scandali sessuali. Nulla.
Abbiamo avuto gran discussioni di prostate, peni non funzionanti, le dieci domande di Repubblica ma avesse mai funzionato una volta.

Credo faccia vendere copie o procure accessi su Web perchè, si sa, l’argomento tira. Il problema è che finisce per essere svilente per le donne sia l’atteggiamento di un lato con le signorine a livello mandria di bestie da sesso, sia il moralismo dell’altra parte impegnata a pubblicare tette a tutto spiano a fianco dell’articolo sullo sfruttamento del corpo delle donne.

Rimane la tristezza di vedere gli organi di informazione italiani trasformati in un “St. Pauli Nachrichten” de noatri e, altrettanto, rimane la tristezza di vedere come vi sia l’incapacità di affrontare/discutere problemi reali che affliggono tutti.

Finirà tra un paio di settimane con il solito nulla, sarà dimenticato nel giro di 2/3 settimane.

Diciamola come va detta, per i sostenitori-di-notizia-di-turno è stato meraviglioso il timing della cosa. Giusto in tempo per far si che i grandi sostenitori 2.0 della Classe Operaia cambiassero maglietta e divenissero i Grandi Sostenitori 2.0 di “Ordine & Morale sull’onda della notizia del giorno”.

Fino alla prossima notizia del giorno s’intende. Nel frattempo il paese reale continua a sbattersene beatamente la ciolla e a preoccuparsi di altre bazzecole tipo “il costo della vita” o “la ricerca del lavoro”.

Pubblicato il 17 gennaio, 2011 su Italica, Life, Universe and Everything, Politica, Realta', Riflessioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 2 commenti.

  1. Quando sono andato a casa per le feste, per la prima volta in vita mia la gente non si lamentava di quanto era male Berlusconi, ma di quanto avessero rotto gli antiberlusconiani.

    Non era mai successo, soprattutto da parte di gente cristallinamente oppositrice di Berlusconi.

    Complimenti davvero ai paladini della giustizia, ottimo lavoro!🙂

  2. Io penso di avere raggiunto il livello massimo. Non lo reggevo prima e non lo reggo adesso ma reggo ancora di meno il continuo sbatti il puttanone in prima pagina😦

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: