(Da un paese lontano) Spiegate di grazia

Scrivo da un paese lontano, un paese dove fervono serissime discussioni su quote rosa e donne in azienda, Der Spiegel scorsa settimana, e altrettanto serissime discussioni sul fallimento/modifiche necessarie al multiculturalismo.
Al tempo stesso il giornale più venduto, Bild, ha in copertina la ignuda popputa del giorno

Un paese dove questione femminile e multucuralismo son obiettivi concreti nelle presentazioni del top management.

Ora in questo paese la cancelliera è donna e lo è pure la presidente del Land ove sono, entrambe votate anche dai lettori di poppute. Nel paese della cui cittadinanza mi fregio i quotidiani cartacei non hanno poppute ma i loro lettori votano ostinatamente i 75-80enni. Codesti signori prossimi alla 4a età, oltre a pensare forse di governare, bruciano le loro ultime energie con allegre signorine,.
Per quanto un futurologo abbia tentato di spacciarmela come “novità nei costumi” , leggendo cosa faceva il re Davide in vecchiaia, a me pare “Nihil sub sole novi”.

Ora a me irrita che il futurologo usi un caso del mio paese per enunciare una tesi antica come il mondo (*), mi può irritare che signorine vengano messe in lista per casi che nulla hanno a che fare con conclamate doti tenniche lavorative.

Ma rimane il fatto che queste signorine avrebbero il diritto di essere giudicate sulla base del lavoro fatto, esattamente come se in un posto di responsabilità fosse arrivata “Ulla la zoccola che trastulla”.
Esattamente come nel caso degli ex-terroristi, scusate se magari hanno ammazzato 10-15 persone, ove si giudica l’ora e non il cosa/come li ha portati a svolgere quell’attività.

Non mi piace l’idea dei processi senza giuria ma fatti in piazza, processi sulla base di comportamenti privata.
Arrivi qualcuno di valido se le performance sono state orride/scarse/inutili altrimenti si eviti di mischiare l’appraisal lavorativo con il “ma le sabinaguzzanti di un paesino”

E mi sento pesantemente offesa come donna se il giudizio è tutto e solo “POLITICO”. Mi sembra la replica della storia delle accuse di una famosa comica, arrivata perchè aveva un pesante cognome familiare ed un fidanzato comico famoso.
O pensate abbia iniziato solo ed esclusivamente per bravura ?

Tutto il giro di “ifigonia in Arcoride” mi piace per nulla, mi piace ancora di meno trovarmi il faccione del nanuz a tutto schermo mentre si parla di evoluzione di costumi, citandomi qualcosa di antico come il mondo.

Ma ho la stravagante abitudine ad essere pragmatica e cosa serve non è di sicuro la manifestazione “io donna di specchiati costumi offesa nella mia dignità (**)”.
Cosa serve sono scuole, asili, e la bizzarra che il primo processo non lo facciano altre donne.

Questa è la mia impressione da un paese lontano: che non vi sia una manifestazione per dire che le donne italiane sono in una situazione di merda, prive di servizi e con in carico tutto il lavoro di cura. ma che stia per partire uno stravagante qualcosa che dovrebbe portare come beneficio qualcosa-che-non-so-o-capisco

Manifestazione politica, solo ed esclusivamente politica.

Fatta questa cacchio di manifestazione la percentuale di donne che partecipano alla politica italiana continuerà ad essere quella dello Yemen citeriore, la maternità un problema privato tranne quando si chiama Famiglia e non chiede investimenti, il machismo nazionale continuerà ad essere il machismo nazionale.

Io non sto nè con Ferrara nè con altre parti, semplicemente mi sembra di vedere una serie di discorsi campati sul nulla e che a nulla porteranno.

Mi piacerebbe capire dove si pensa di andare e cosa si pensa migliorerà. Perlomeno, visto che da un paese lontano le dinamiche dell’Italia van totalmente perse, capire cosa sia questa cosa che, vista da lontano, pare la solita e normale manifestazione antiberlusconiana.

Per adesso mi limito a guardare da un paese lontano, con un occhio a Morgenpost e i discorsi sul multiculturalismo e l’altro a Spiegel ed ai temi delle donne nel mondo del lavoro. (***)

 

(*) Nel caso citato circa 2.500 anni
(**) io sta storia della dignità l’ho capita poco. Mi sento dignitosissima anche se qualcuno ha messo in lista una sua amante.
(***) Ursula von der Leyen è una bellissima donna, adesso vado a manifestare perchè qui ci sono molte donne poliitche bellissime e mi sento offesa nel mio essere tappa e scura

Pubblicato il 13 febbraio, 2011 su Femminile-maschile, Italica, Politica, Riflessioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 10 commenti.

  1. Sono in Italia, e purtroppo non so aiutarti =( ho parentame e amiche che ci vanno e taccio, per quieto vivere, che il senso mi sfugge totalmente.
    Sono dell’idea che in realtà non ne abbia, proprio come pensi^^’

  2. Bel post, con cui in gran parte c’è solo da essere d’accordo.
    La società pessimamente maschilista italiana non è un frutto delle politiche berlusconiane ma ha radici ben profonde. Si negherebbe l’evidenza però sostenendo che mettere in lista giovani amanti, insignire del titolo di Ministro soubrette, giovi alla fertilità culturale, alla fede nella meritocrazia di un popolo quello italiano oramai avvezzo a tutto ciò. Quasi convinto che le cose vadano così ovunque. Bisogna far capire al Paese reale che può pretendere di più e quando dico di più intendo asili, congedi parentali, welfare ma anche dignità avere un Presidente del Consiglio che usa toni beceri parlando un giorno di gay e l’altro delle moglie dei capi di Stato ospiti non può star bene. Poi convengo, qualcosa cambierà? No, almeno finché non si trova una classe dirigente alternativa, cosa che stando ad oggi meglio prendere un aereo ed una valigia.

    • Robbè io son d’accordissimo sui punti aperti che citi. Avrei voluto sotterrarrmi di fronte alle battute che ho sentito sul bunga-bunga raffrontato all’immagine del locale ministro degli esteri con il fidanzato. Mi sono vergognata fino alle unghie dei piedi
      Però è un problema di tutti, non solo “delle donne”.

      (ps il prendere la valigia comporta che dopo non capisci cosa stia succedendo :D)

  3. @ lamb:
    Sono assolutamente d’accordo. Mi sembra che il manifestazionismo italiano (per usare un -ismo, così da mandare in sollucchero gli opinionisti) abbia raggiunto un nuovo limite inferiore – che, non ho dubbi, riuscirà nuovamente a sfondare…

    @ Annarella:
    Non mi piace l’idea dei processi senza giuria ma fatti in piazza, processi sulla base di comportamenti privata.

    Sai, ogni tribù ha bisogno del proprio uomo di vimini da bruciare…

  4. Hai colto benissimo il punto.
    Infatti, ci vado con tanti se e tanti ma.
    Citando qualcuno in fin dei conti
    ” camminare e urlare non ha mai fatto male a nessuno.
    E poi fa dimagrire.”
    http://www.dottoressadania.it/2011/02/13/se-non-ora-quando/

  5. @ Odysseus: mah, alla fine di manifestazioni senza senso in questi anni se n’è fatte tante.
    Perché alla fine dei conti, se si manifesta contro il governo in carica avanzando solo petizioni di principio intraducibili in richieste materiali che possano prendere la forma di provvedimenti, la manifestazione è già da ritenersi insensata. E c’ha ragione l’Ecclesiaste.

  6. > Non mi piace l’idea dei processi senza giuria ma fatti in piazza, processi sulla base di comportamenti privata.

    Se la persona in questione anziche` aspettare il giudizio del tribunale competente chiede di essere giudicato dal popolo sovrano, come la mettiamo?
    Ma in particolare non si sta giudicando un comportamento privato ma una paccata di reati.

    Io credo che il problema sia che un La Russa od una Santanché in Germania mai avrebbero potuto mettersi in politica ne non forse nell’NPD, e sarebbero stati trattati di conseguenza. In Italia ce li dobbiamo sorbire ogni tre per due e gioa` solamente questo fa capire come la situazione politica tra i due paesi sia assai diversa.
    Da questo discene anche tutta la questione di come vengono scelte le donne in politica e del fatto che BS si possa permettere di fare e dire certe cose.

  7. Annarella, ben poco da aggiungere se non che anche dal mio paese lontano (dove ci sono poppute donne in copertina e (non e)lettori delle poppute) il livello di discussione in questi giorni riguarda cose così lunari ed elevate per un italiano (multiculturalismo, diritto di voto ai carcerati, volontariato sociale etc) da farmi rimanere quasi senza parole.
    Ma forse no! tu parli ed io parlo e noi (o quelli) italiani/e siamo ancora a discutere sulle donne e sul loro ruolo… meglio di niente; però nel frattempo mai avuto un primo ministro donna e simili, piuttosto fino ad ora una banda di gerontocratici con la bava alla bocca e un numero di giovanissime che la asciuga loro.
    Non una parola sulle tante questioni che adesso non ho la forza di elencare.
    A presto leggerti.
    Il fra

  8. … ti leggo sempre e non ti scrivo mai, ma questa volta ti dico grazie!
    Purtroppo ho riportato critiche simili a tutte le mie conoscenze ( ambosessi)…
    Niente, non c’è verso… al mio “spiegami perchè” sono stato inindato dalla retorica più becera proto-ante-post-vetero femminista… ed alla base “tanto voi uomini non potete capire”… ma solo una domanda poi rivolgo… ma queste giovin pulzelle non hanno avuto anche loro una madre? e quindi? boh… oggi sono andato ad un sit in in quel di viterbo per un’associazione volontaria che si occupa di assistenza a tutto campo per le donne vittime di violenza a cui sono stati negati dei fondi (già stanziati\promessi) dalla provincia… quante persone c’erano? meno di 20…
    Bah….

  9. @trottolino: la situazione che descrivi è una di quelle che mettono una rabbia incredibile
    @Mike: il processo viene fatto ad altre donne non a chi ha detto quella frase. A questo mi riferivo
    @Fra: il grande problema è proprio quello. Da una parte paesi dove si dibatte qualcosa di sensato, dall’altra un paese dove si dibatte di nulla e che sta morendo
    E la cosa più agghiacciante è che se non ne esci non lo capisci quanto stia morendo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: