La verità vi prego sul buon gusto

In questi giorni, in mezzo a cronache di morti e distruzione, si nota un proliferare di post ed articoli che con molto understatement si possono definire di pessimo gusto.

Ieri Daniele Sensi segnalava un post ove si diceva “”Il forte terremoto in Giappone potrebbe compromettere anche lo sviluppo e la costruzione dei prodotti Apple

Giusto, il fatto che l’Iphone5 possa uscire in ritardo è un serio e grave problema. Chissenefrega di 5 mila morti e del rischio di esplosione nucleare, il problema sono i prodotti Apple.

Proseguendo sulla linea “buon gusto ammazzami” mi segnalano questa titolo meraviglioso di Endgadget: “Japanese quake will likely affect the global supply of gadgets
Nonostante il titolo da delirio, il posto è un’analisi di quale sia l’impatto del sisma sulle grandi aziende tennologiche giapponesi, premettendo che loro sono una testata che si occupa di tennologia e di quello parlano.

Il premio “La verità vi prego sull’amore” (*) va però a Mashable che, in un post inutile come una ghiacciaia al polo, discute del differente approccio di MS ed Apple all’offerta pro terremotati.
E qui ci starebbe bene una famosa esclamazione romana che suona tipo “ESti-ecc non lo vogliamo dire?”
Ora succede che MS abbia chiesto un retweet di Bing per donare 1$, 100k retweet 100k $. Apple ha settato una fighissima pagina dove si può donare di tasca propria.
E, sul primo caso, si è scatenato un putiferio, apriti cielo, vorrete mica far uscire 1$ da altrui tasche in cambio di retweet ? No, vai di battaglia e dire “che è solo marketing”.
Leggendo l’articolo si scopre invece che la charity destinata da Apple a ricevere i fondi ha perlomeno un passato dubbio, non scevro di contestazione, diciamo.
Per finire il discorso si viene quindi a sapere che MS ha regalato 100k a prescindere dal nr di tweet, cos’abbia fatto la controparte non si sa, però la paginetta era tanto figa.
Tutto ciò sarebbe già abbastanza penoso se non ci fossero i commenti che portano il livello a “Sedici piani di morbidezza sotto il pavimento” visto che le sane, belle guerre di religione informatica non cessano neppure quando si parla di donazioni.

Il premio “cervelli in acqua” va in invece a quella massa he su Fb ha parlato del terremoto come punizione divina per Pearl Harbor, il tutto è ampiamente condiviso con quelli che su VillageVoicedefiniscono il terremoto come la vendetta di Madre Natura per lo sterminio dei delfini (they deserve payback from nature for killing dolphins and whales, and for the way they do it..watch The Cove, u may no finish it and ended up traumatized after like me. thats why today I am so happy..messing with nature.)
Qui si fa presente di amare i delfini e detestarne la caccia ma di sicuro non andrò a vedere “The Cove” che non vorrei mai fosse contagioso.

Detto questo, dopo questa meravigliosa carrellata, vorrei ricordare 5 mila morti. Ricordarli per quel che sono, persone vittime del più disastroso terremoto degli ultimi anni.

Loro e quella meravigliosa cosa detta “buon gusto”.

(*) Fighetta citazione di Auden

Pubblicato il 14 marzo, 2011, in Fuffa 2.0, Life, Universe and Everything con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: