Autori e mercato italico ovvero di quelli che non son tradotti.

.mau. oggi scrive di Terry Pratchett e di come si stia forse muovendo qualcosa in Italia dove è ancora nel limbo dei semi-sconosciuti.

Il mio augurio è che tutto possa andare per il meglio è che Pratchett diventi un autore di cassetta, tradotto in maniera da rendere la meraviglia dei suoi libri.

Per adesso mi limito a pensare che i pratchettiani sono una sorta di setta letteraria che preferisce la versione originale e si compra la traduzione solo sotto minaccia di tortura.
Nonostante ciò, benchè ci sia molto da discutere sul livello delle traduzioni e su alcuni orrori relativi ai nomi propri resi in maniera canina, esiste almeno la possibilità di trovarli in italiano.

Ci sono autori a cui va ben peggio e, per citarne uno non a caso, sto parlando di Jim Butcher ovvero dell’autore dei Dresden Files.
La scrivente ebbe casualmente ad incontrare “Storm Front”, innamorarsi della serie e recuperare tutti i libri.

In inglese e non perchè le traduzioni non le piacessero ma proprio perchè le traduzioni non ci sono, non esiste un editore italiano di Butcher.
Ora non stiamo parlando di un autore semi-sconosciuto, uno che se va bene vende 10 copie o amato da un circolo di affezionati lettori.

Stiamo parlando di uno che arriva in cima alla classifica del NYT ad ogni uscita.

Stiamo parlando della più bella serie di urban fantasy attualmente in circolazione, anzi della serie che ha dato vita all’urban fantasy.

Eppure non è tradotta pur avendo, per quel che so, un giro di amatori in Italia.

Credo sia una di quelle cose che fan parte dei misteri italiani o delle domande che uno/a si pone quando entra in libreria (*)

E mentre si parla di autori che sono tradotti, son tradotti a pezzi o non si sa bene cosa, vorrei conigliarne due:

Connie Willis, una che ha vinto solo 10 premi Hugo. Il suo “To say nothing of the dog” è un meraviglioso “J.k.Jerome ed i viaggi nel tempo”, meraviglioso e spassoso. Non è tradotto nonostante abbia vinto due tra i massimi premi per i romanzi di fantascienza.

Il secondo autore è Alex Lee Martinez. Leggete “Divine Misfortune” e sappiatemi dire. Anche per lui nessuna traduzione

Si potrebbe andare avanti per gb ad elencare autori non tradotti o tradotti e andati persi, io mi fermo qui.

(*)Si entra in libreria anche quando si è dotati di letturaio visto che non è si trovi tutta questa messe, soprattutto sul piano della saggistica non internet related. Ma questo meriterebbe un altro post

Pubblicato il 30 maggio, 2011 su Libri. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 1 Commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: