A proposito di rinascite di blog ed altri accidenti (e di Platone inorridito)

In questi giorni è tutto un gran ciarlare di “rinascita di blog” o rinasciblog che dir si voglia.

Ora io sono un po’ torda e non sono sicura di avere capito bene quale sia l’oggetto del discutere, perché ne discutano e quali siano le conclusioni.

Di base mi pare che non cambi niente che la gente continuerà a scrivere post se ha voglia di scriverne e a leggerne se ha voglia di leggerne.

Tutta la discussione sembra svolgersi in un clima da Convivio platoniano in cui non ho capito bene se le barne sono vere o finte e chi fa Socrate e chi Agatone (*)

La cosa più esilarante di questa ponderosa discussione sono però i toni.

Essenzialmente ne ho identificati due tipi:

1 – Didaddico professorale
2 – Escono dai fottuti muri

Didattico professorale
Il tono didattico-professorale si accompagna sempre a locuzioni quali “dobbiamo insegnarli” e ad altre frasi che paiono uscire da un gruppo di professori di “All Souls” o componenti dell’Arcadia.
Si suppone che mentre scrivano siano usi ad indossare toghe e stole o seriose giacche di tweed col papillon.
La reazione da queste parti al momento del “dobbiamo insegnarli” tende ad essere “CHI a CHI? e con quale autorità ed autorevolezza”.
Sono sempre tentata di chiederlo perchè, fino a prova contraria, uno può essere liberissimo di mettere like alle tette dell’attrice famosa senza che questo provochi cataclismi e sovvolgimenti dell’ordine delle cose.
Capisco però che dalla Torre d’Avorio del Convivio le cose appaiano un po’ diverse.

Escono dai fottuti muri
Il tono di “escono dai fottuti muri” più che dal Convivio sembra uscire da membri di club inglesi piuttosto elitari.
Nella Repubblica platoniana della Rete gli aristos lamentano l’arrivo dei banausos e con toni mesti inorridiscono di fronte al loro interessarsi a fattacci di divi, gif animate o quant’altro distruggendo la homonoia di elevate discussioni su “E’ meglio l’Android o lo Iphone” e “Come attrarre sempre più gente sulla tua pagina Facebook”.
Qui non abbiamo intenti didattici od altro, abbiamo solo l’ovvove di fronte all’arrivo dei barbari.

In entrambi i casi i toni raggiungono il massimo del liricismo quando debbono parlar male di Facebook.

Vi sono anche altri toni e modalità ma nulla che raggiunga l’esilarante trombonismo dei due toni succitati.

E la cosa peggiore è che questi sembrano stiano discutendo di massimi sistemi, tipo Repubblica di Platone, mentre al massimo possiamo dire che si parla di aria fritta.

(*) Quando escono termini tipo “maitre a penser” si cercan referenze a Sartre ed invece esce tutt’altro.

Pubblicato il 30 dicembre, 2011, in Blogging, Fuffa 2.0, Realta', Riflessioni con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 6 commenti.

  1. I soliti narcisisti autoelettisi guide di una sfera inesistente.

  2. dai, molto carino e colto…peccato per liricismo

  3. Consiglio autoanalisi, il tono di annie sembra una via di mezzo tra “didattico professorale” (abbondanza, se non ridondanza, di colte citazioni) ed “escono dai fottuti muri”.
    Ed in sostanza non caratterizza soltato il soggetto di questa discussione (blog) ma l’umana esistenza… ci sono in tutti i campi i lirici, i colti, i meno colti o aggraziati… un continuum.
    Nulla di nuovo.

    • Giorgino, caro, grazie per il commento cheh nulla dice sul tema limitandosi ad andare sul personale.
      Buon anno e un po’ di autoanalisi anche a te

      • Mi dispiace tu abbia inteso come una critica personale il mio commento… voleva essere solo un meta-commento, un commento sull’argomentazione non sul tema della stessa, leggero… senza scomodare fallacie logiche et similia, l’autoanalisi si riferiva a questo (analisi della consistenza logica di ciò che si scrive).
        Buon anno 🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: