Serata Paperino

La serata Paperino ha avuto inizio in maniera molto lieve, praticamente nella normalità.

Il treno era in ritardo di 10 minuti e ricordo che il pensiero, guardando l’ora a Porta Susa, fu tipo “Caspita, mi perdo un pezzo di Torchwood”.

Pensieri normali, nulla d’eccezionale che lasciasse prevedere le eccitanti ore che sarebbero seguite.

Mi avvio verso casa, la metropolitana arriva quasi subito.
In pochissimo tempo arrivo sotto casa.

Apro il portone e, togliendo la chiave, faccio caso al numero di ammenicoli che ho attaccato al portachiavi.

NE MANCA UNA. Ed è una delle due della porta di casa.
Ora le chiavi di scorta stanno a casa di mia sorella che è a qualche km di ritardo.

Prima di attivare il parentado decido di controllare se non si sia sganciata ed infilata in qualche meandro della borsa.
Becco il primo davanzale disponibile ed inizio lo smontaggio.

NULLA o meglio, c’è di tutto ma non c’è la chiave.

Chiamo la famiglia e avviso che arrivo a recuperare le chiavi.

Nel frattempo si sono fatte le 20.

Per fortuna i taxisti han ripreso a lavorare e decido di usufruire dei loro servizi al posto di spararmi 3 h di bus (*)

Arriva il taxi, ragazza gentile, iniziamo con i blah blah.
Nel frattempo le chiedo di aspettarmi sotto casa di mia sorella e lei acconsente (**)

Mentre andiamo verso la meta mi arriva una chiamata della sister impanicata perchè non riesce a trovare le mie di chiavi.
O, meglio, non sa quali siano tra i 5/6 mazzi che ha in casa.
Panico pure io poi decido di vedere quali siano.

Arriviamo, salgo, guardo ma son quasi tutti simili così si decide che me li prendo tutti sperando di averci azzeccato.

Torno giù con una saccata di chiavi che mano un fabbro e ripartiamo. La signorina, gentilissima, ha staccato il tassametro (***)

altri blah blah e arriviamo a circa 1 km da casa mia.

SBANGG! la tizia della macchina di fronte ha inchiodato di brutto e vai di tamponamento.

La procedura dei tassisti vuole che in quel caso paghi la parte e ti facciano arrivare un’altra vettura.
Io chiedo quanto devo e mi sento dire “Nulla, è colpa mia”
Io, vista la cifra, faccio faccia da procione perplesso e insisto per pagare almeno l’andata. (****). Accetta ma solo dopo avermi fatto lo sconto.

Riparto su nuova vettura e arrivo sotto casa.
Salgo ed inizio la “prova chiave”.

Primo mazzo, FAIL. Sale una lieve ansia
Secondo mazzo, FAIL. La lieve ansia diventa un lieve panico.
Terzo mazzo, ANDATA.

Sono le ore 21.30, due ore prima mi stavo preoccupando perchè avrei perso l’inizio di Torchwood.

E con questa speriamo di aver esaurito la sfiga della settimana

(*) Di solito son circa 30 min a tratta ma vista l’ora quello era il tempo calcolato.
(**) Avevo solo un po’ di brividi all’idea della cifra per l’attesa ma ero troppo fusa.
(***) Bisognerebbe farle un monumento solo per questo.
(****) Uno si sente anche un po’ scemo a dover insistere per pagare il dovuto

Pubblicato il 17 gennaio, 2012, in Diaristica, Realta' con tag . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

  1. Bah, potresti vederla in modo più positivo: hai perso una chiave e avevi un backup; il tuo backup era in casa, anziché essere fuori; il tuo backup funzionava, visto che aveva le tue chiavi; la tassista che ti ha portato si è comportata in modo squisito; hai trovato la chiave giusta al terzo mazzo (che su un set di un mazzo di cinque, direi che è un record: normalmente spunta fuori dopo il decimo).

    In totale, direi che non ti puoi lamentare🙂

  2. e dai che ti poteva andare peggio……a me a bologna tocco’ passare legato con una corda dalla terrazza dei vicini…..vicini che dovettero interrompere una bellissima lite..per colpa mia

    andrea

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: