Nel pieno del delirio (o delle differenze tra treni ed eserciti)

Io non ho parole a leggere una frase come quella citatata sotto e presa da Quotidiano Piemontese:

Invito tutti voi a scrivere a questa sezione milanese – ha detto il leader No Tav – per dire che si vergognino e rinuncino pure a festeggiare il 25 aprile se hanno al loro interno teste fasciste come queste. Perchè questi sono comportamenti fascisti

Ora l’attacco è diretto a Carlo Smuraglia e sarebbe il caso di ricordare che questo signore 89enne può essere che di sicuro ha rischiato la pelle perchè tutti potessero esprimere la propria opinione.

Anche quando più che opinione vien da classificarla come monumentale vaccata.

Che alcuni pensino che battersi contro la costruzione di una ferrovia equivalga a battersi contro le SS fa un pochino pensare e riflettere.

Nel senso che o questi hanno l’ego un pelino gonfiato e perso totalmente il senso della realtà oppure che è il caso di mettersi lì, con calma, e spiegargli la differenza tra le Vallette e Dachau.

Prima che escano con ulteriori deliri che non si sa bene se faccian piangere (molto) o ridere (poco)

Pubblicato il 4 aprile, 2012, in Italica, Politica, Realta', Riflessioni con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 4 commenti.

  1. non ci far caso: siamo un paese di pazzi………

  2. Veramente l’articolo che citi è tendenzioso, di parte e dice falsità vere e proprie. Pierino non ha attacato “i partigiani” nè l’ANPI ma solo il direttivo. Ti ricordo che le sezioni ANPI della val di susa sono compattamente schierate contro i no-tav e sono in fortissimo attrito con la dirigenza nazionale, molto vicina alle posizioni PD.
    Infine, è vero che “battersi contro la polizia non è come battersi contro le SS” ma solo per un motivo: che anni e anni di lotte hanno evitato a questo paese derive ancora più autoritarie di quella che sta subendo adesso.
    Del resto mi pare di capire che tu non hai ben presente quale sia il comportamento delle forze dell’ordine in val Susa. Che non sparano piombo sui manifestanti, ma li torturano spesso e volentieri, sparano lacrimogeni ad altezza d’uomo e spezzano braccia, entrano in domicili privati senza mandato spaccando le vetrine per entrare, e altre simili piacevolezze. Certo, non mettono ancora in lager gli oppositori ma solo perchè siamo, ancora per un po’, in democrazia (e gran parte dei celerini hanno il faccino del Duce nel portafoglio, Genova insegna).

    • >Pierino non ha attacato “i partigiani” nè l’ANPI ma solo il direttivo

      Giusto. Attaccare dei partigiani 89enni è sano, giusto ed onorevole tanto sono il direttivo.

      > “Infine, è vero che “battersi contro la polizia non è come battersi contro le SS” ma solo per un motivo:che anni e anni di lotte hanno evitato a questo paese derive ancora più autoritarie di quella che sta subendo adesso.”

      Posso pensare molte cose sulla polizia ma di sicuro ho letto qualcosina sulle SS e garantisco che ERANO BEN DIVERSE. Continuo a pensare ci sia una certa perdita di contatto con la realtà, la storia e tutto quanto fa spettacolo.

      >”Che non sparano piombo sui manifestanti, ma li torturano spesso e volentieri, sparano lacrimogeni ad altezza d’uomo e spezzano braccia”

      Mi ricordavo che anche ad imprenditori locali fossero state spezzate braccia e bruciati camion. Sto cominciando a perdere di vista la differenza

  3. come sempre patetici “no TUT”. Ah, no TAV…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: