Oziose considerazioni di un ozioso su questioni di banche

Nota: le mie sono oziose considerazioni senza alcuna pretesa. Troverete pochi link e qualche riflessione

Quattro anni fa, ai tempi del fallimento di Lehman Brothers e dei grandi casini finanziari del 2008, fu tutto un blah blah su come il mondo finanziario andasse riformato, di come alcune pratiche andassero evitate, mai più bonus milionari in mancanza di risultati e vai coi carri.

Tutto un blah blah blah su testate altisonanti e blasonate.

Le banche ricevettero un bella massa di fondi, a pagare furono i contribuenti americani.

Anno 2012.

Stasera, dopo aver sentito le notizie su 100 miliardi di euro concessi dall’Unione Europea, leggo questo su FT: “Spanish banks, in particular, used the cheap cash to load up on Spanish sovereign bonds, which has only redoubled the link between the financial sector and the government.

Come nel 2008 ho risentito tutta una serie di blah blah su “questo sistema non funziona, riformiamo il sistema” da parte di blasonate testate ecc
Come nel 2008 i fondi arrivano dalle tasche dei contribuenti.

Come nel 2008 son sicura che, non appena passata la buriana, i bonus dei banchieri spagnoli saranno di notevole entità

Oziosamente, avendo visto oggi a quanto ammonta la mia IMU e non escludendo un lieve giramento di gonadi, mi domando fino a quando l’economia reale dovrà correre in soccorso dell’economia fantasy e dei giochi finanziari.
Altrettanto oziosamente mi domando quando le tanto richieste modifiche, riforme del mondo finanziario passerano dal mondo dei desiderata a quello delle cose diventate realtà.

I master of the universe spagnoli stanno venendo salvati da 100 miliardi di euro. Ciò dovrebbe servire a salvare la stabilità di tutti.

Rimane il fatto che, oggi come ieri, sentiamo parlare di una qualcosa talmente esoterico e astratto da far domandare se esista ancora un legame con la realtà.

La mia oziosa impressione, ieri come oggi, è che non siamo più di fronte a realtà che funzionano secondo regole economiche o matematiche ma su trucchetti, giochetti e totale irrazionalità.

Domani sono i mercati, il secondo grande giocatore che impatta sulle nostre vite. Il grande giocatore che non risponde più a regole di economia reale ma di emotività pura.
Basti vedere cosa succede quando arriva la notizia che l’azienda X è sotto gli obiettivi trimestrali dello 0,5%.
Tradotto in ragionamento su economia reale vuol dire che l’azienda è cresciuta ma meno di quanto si era prefissa. Tradotto in reazione di mercato è come se l’azienda fosse finita vicino al fallimento.
Uno scollamento totale tra realtà e reazione, la seconda basata su pura reazione emotiva.

A me oziosamente meditante rimane una cifra reale da pagare e tutto il resto, in questa mia oziosa visione, pare essere diventato una folle reazione alchemica dovuta a qualche esoterico gioco.

E, suppongo, è questo che rende questa crisi così difficile: il fatto che non capiamo e difficilmente avremo gli strumenti per capire.

Pubblicato il 10 giugno, 2012, in Life, Universe and Everything, Realta', Riflessioni con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

  1. Non puoi capire perche’ non c’e’ nulla da capire. Ormai gli indici , il rating ed il valore dei derivati sono numeri tirati a caso. Semplicemente.

    • Il problema ihmo è proprio quello: qualsiasi tentativo di basarsi su dati concreti, reali va a sbattere contro la casualità della cosa. E’ come essere dentro una sorta di estrazione del lotto ad alto livelo. Qualcosa uscirà, non sai mai se saranno i tuoi numeri

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: