Paperino ha la bua

Da un po’ di tempo Paperino soffre di vertigini. Meravigliose, stupefacenti vertigini che pigliano o mentre sono sdraiata o mentre mi chino.

Secondo me sono un messaggio da parte di Madre Natura per comunicarmi che ho messo troppa roba in basso, dalla ciotola del gatto alle bottiglie del latte, e che stante la mia vetustità ciò può essere un problema.

All’inizio avevo scambiato la cosa per “problema dovuto al caldo” o roba simile poi, visto che continuava anche con clima temperato, ho deciso di fare il grande passo e di portarmi dal dottore.

Lo dottore ha sentenziato qualcosa tipo “pressione alta” e, pillole a parte, mi ha caldamente consigliato una virata dello stile di vita verso il salutista.

Ossia verdura, niente insaccati e formaggi grassi, poco alcool e riduzione del fumo.
Praticamente mi ha messo a dieta e detto di smettere di fumare in una botta sola.

Così da ieri pomeriggio Paperino ha iniziato a ridurre il fumo (*) e a nutrirmi santamente.

Volendo fare le cose bene ho optato per il pesce che però suppongo possa farmi male in altro modo perchè, dopo aver visto l’importo, ho sentito la pressione salirmi e credo che ciò non mi faccia bene.
In aggiunta a ciò ho anche preso del pesce congelato e, in puro stile paperinesco, ne ho messo uno a scongelare e ne ho cucinato un altro di modo che mi son trovata alle 9 di sera a cucinare di corsa per ricongelare.

Ora io mi conosco e so che farò di tutto per stare a regime.

Nel frattempo spero che il mondo diventi un po’ più stabile e la prima diagnosi sia quella giusta.
Perchè l’alternativa sarebbe iniziare una lunga tiritera di analisi, ecografie, risonanze e vai coi carri e, a dirla tutta, mi si alza la pressione al solo scriverlo.

In Pollyanna mode potrei dire che uscirò più sana, più leggera e avendo smesso di fumare.
E tutto questo è perfettamente in linea con le promesse di settembre.

Anche se, a dirla tutta, avrei preferito che quelle promesse le facessi col mondo stabile.

(*) il senso di colpa è tale che le sigarette mi paiono avere un gustaccio per cui accendo e dopo due tiri spengo.

Pubblicato il 30 agosto, 2012 su Diaristica, Realta'. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 1 Commento.

  1. Senti, essendo un ex-fumatore sono terribilimente scassaminchia se qualcun altro si mette a fumare. Quindi smetti di fumare.
    Non serve cercare di ridurre le sigarette, smetti e ti fai i quattro giorni di astinenza secca. Dopo non hai piu` dipendenza fisiica e passi alle quattro settimane per combattere la dipendenza psicologica. Poi dopo e` tutta discesa.
    Circondati di ex-fumatori scassaminchia e sei a posto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: